1. Contenuto della pagina
  2. Menu principale di navigazione
  3. Menu di sezione
Vai alla pagina iniziale
Testata per la stampa
  1. dona
  2. contattaci
  3. Utilizza la tecnologia RSS per rimanere sempre aggiornato
  4. amnesty.org
 


ricerca avanzata

Contenuto della pagina

Presidente Mario Monti: è tempo di agire per porre fine alla segregazione e agli sgomberi forzati dei rom in Italia

Data di pubblicazione dell'appello: 04.09.2012

Status dell'appello: chiuso

Sgomberi forzati, segregazione e discriminazione: davvero non esiste un luogo che possa considerarsi casa per le migliaia di rom che vivono nei campi in Italia.

Vivere in squallidi campi con un accesso minimo o addirittura nullo ad acqua ed elettricità è una realtà per molti rom. Invece di aiutare gli uomini, le donne e i minori a vivere in condizioni più accettabili, le autorità italiane li sgomberano forzatamente, spesso con un preavviso così breve da non dare loro il tempo necessario per raccogliere i loro averi. Le famiglie spesso sono sgomberate senza che venga offerta loro una sistemazione alternativa, e questo spesso le obbliga a costruirsi un nuovo riparo in qualche altro posto oppure le lascia senza una casa.

Altre volte, i rom vengono trasferiti in campi "autorizzati " in zone isolate. Allontanati dagli occhi di tutti, segregati in campi circondati da barriere e telecamere, queste famiglie incontrano grandi difficoltà nell'accedere anche ai servizi di base come scuole, negozi e assistenza sanitaria. Queste sono forme di discriminazione e la discriminazione è vietata dal diritto internazionale.

Nel febbraio 2012, il governo italiano ha presentato alla Commissione europea la Strategia nazionale d'inclusione dei rom, dei sinti e dei caminanti, impegnandosi a porre fine alla segregazione e a promuovere l'inclusione sociale. Sono passati diversi mesi e le autorità non hanno mantenuto questo impegno.

Il presidente del Consiglio dei ministri Mario Monti ha la responsabilità di assicurare che la strategia sia attuata e che l'impegno preso dal suo governo di rispettare i diritti dei rom sia effettivo.

Scrivi al presidente del Consiglio chiedendo di proteggere il diritto dei rom in Italia a un alloggio adeguato.