1. Contenuto della pagina
  2. Menu principale di navigazione
  3. Menu di sezione
Vai alla pagina iniziale
Testata per la stampa
  1. dona
  2. contattaci
  3. Utilizza la tecnologia RSS per rimanere sempre aggiornato
  4. amnesty.org
 


ricerca avanzata

Contenuto della pagina

Diritti dei migranti e dei rifugiati

Porta per l'Europa © Simone Perolari
Porta per l'Europa © Simone Perolari

Le migrazioni sono una componente intrinseca della storia dell'umanità.

Attualmente, oltre 200 milioni di persone nel mondo vivono fuori dal paese in cui sono nate. Tra queste, quasi 10 milioni sono richiedenti asilo e rifugiati che hanno dovuto lasciare il proprio paese per mettersi in salvo dalla persecuzione, dalla tortura o da altre gravi violazioni dei diritti umani.

Gli esseri umani, qualunque sia il modo con cui vengono definiti e ovunque si trovino, hanno diritti umani e Amnesty International si impegna per la loro difesa.

Ogni anno migliaia di persone muoiono nel tentativo di raggiungere un altro paese e, tra coloro che arrivano a destinazione, in molti incontrano abusi alla frontiera o all'interno del territorio, tra cui la detenzione arbitraria, le espulsioni collettive, la discriminazione, il razzismo e la xenofobia. I richiedenti asilo e i rifugiati vanno spesso incontro al rischio di un rinvio verso il paese dove sono perseguitati, in violazione del principio di non-refoulement. I migranti, in particolare se senza documenti per il soggiorno, vengono non di rado descritti dai politici e dai mezzi di comunicazione come criminali, pesi economici o minacce per la sicurezza: la realtà è che molte economie dipendono dalla loro forza lavoro, scarsamente riconosciuta, poco apprezzata e spesso sottovalutata.

Molteplici norme internazionali proteggono i diritti umani di migranti e rifugiati ma i governi si rifiutano di metterle in pratica attraverso misure concrete.

Amnesty International ritiene essenziale l'impegno per far sì che ai diritti umani e alla dignità dei migranti e dei rifugiati venga tributato il dovuto rispetto.

 

Le ultime dalla campagna...