1. Contenuto della pagina
  2. Menu principale di navigazione
  3. Menu di sezione
Vai alla pagina iniziale
Testata per la stampa
  1. dona
  2. contattaci
  3. Utilizza la tecnologia RSS per rimanere sempre aggiornato
  4. amnesty.org
 


ricerca avanzata

Contenuto della pagina

  1. © Amnesty International

    Appello Marocco: proteggere le persone dalla tortura!

    Nonostante la tortura e gli altri maltrattamenti siano considerati un reato per la legge del Marocco, vengono comunque perpetrati.  Amnesty International chiede al Re Mohamed VI di porre fine alla tortura.

     
  2. Narges Mohammadi©Amnesty International

    Azione urgente -  Iran: Narges Mohammadi deve essere rilasciata!

    Narges Mohammadi, attivista per i diritti umani iraniana, è stata arrestata il 5 maggio. È sotto processo per accuse legate alle sue attività per i diritti umani. È prigioniera di coscienza.

     
  3. Raif Badawi © Archivio privato

    Azione urgente Arabia Saudita: Raif Badawi fustigato

    Raif Badawi, blogger saudita e prigioniero di coscienza, è stato flagellato pubblicamente il 9 gennaio. La fustigazione viola il divieto assoluto di tortura.

     
  4. © Amnesty International

    Azione urgente Paraguay: bambina di 10 anni, violentata e incinta, in pericolo!

    Aggiornamento Amnesty International ha lanciato un'azione urgente per chiedere con forza alle autorità del Paraguay di proteggere la vita di una bambina di 10 anni incinta di 21 settimane, come conseguenza di abusi sessuali perpetrati dal patrigno. 

     
  5. © Amnesty International

    Appello - Myanmar: liberare i giornalisti di Unity!

    Cinque giornalisti stanno scontando una condanna a 7 anni di lavori forzati per aver svolto il loro lavoro. Sono prigionieri di coscienza e devono essere rilasciati immediatamente e senza condizioni.

     
  6. Dinara Yunus©Amnesty International

    Appello - Azerbaigian: liberare tutti i prigionieri di coscienza!

    Il presidente Ilham Aliyev afferma che "tutte le libertà fondamentali sono garantite" nel suo paese. In realtà, decine di persone che hanno osato criticare il governo sono in carcere.

     

Le Buone notizie

  1. Pena di morte - Stati Uniti d'America 

    Il 4 maggio, è stata annullata la condanna a morte di Willie Manning, nel braccio della morte del Mississippi dal 1973 con l'accusa, dimostratasi infondata, di omicidio.

     
  1. Ucraina: nuove, schiaccianti prove sulle torture e sulle uccisioni di prigionieri

    All'ombra del conflitto in corso nell'Ucraina orientale, le nostre ricerche sul campo hanno raccolto denunce di tortura tanto frequenti quanto scioccanti. Oltre 30 ex prigionieri, catturati da entrambe le parti, hanno fornito resoconti credibili e orribili di ciò che hanno vissuto. Leggi il rapporto.

     
  1. 25 maggio:il Maestro Pappano per i 40 anni di Amnesty

    Lunedì 25 maggio, alle ore 20.30, presso l'Auditorium Parco della Musica di Roma, il Maestro Pappano dedicherà l'Ottava Sinfonia di Bruckner, ad Amnesty International, nella ricorrenza del 40° anniversario della fondazione dell'organizzazione in Italia. Partecipa alla serata.

     
  2. Yemen: ripetute violazioni da parte degli houti e degli alleati dell'ex presidente Saleh

    Oltre ai crimini di diritto internazionale causati dagli attacchi della coalizione militare guidata dall'Arabia Saudita, si registra un'impennata di arresti arbitrari, detenzioni e rapimenti portata avanti dalle milizie armate houthi e da forze vicine all'ex presidente Ali Abdullah Saleh. 

     
  3. Sudest asiatico: ancora migliaia di rifugiati alla deriva 

    La decisione di Indonesia, Malesia e Thailandia di rinunciare all'assurda politica di rimandare indietro barche cariche di rifugiati e migranti indifesi è un passo nella direzione giusta - ma non soddisfa l'urgenza di salvare migliaia di persone ancora in mare né quella di risolvere le ragioni alla base di queste partenze.

     
  4. Campo per i diritti umani

    Dal 20 al 26 giugno, non mancare alla nona edizione del campo di Passignano per ragazzi e ragazze dai 14 ai 19 anni. Una full immersion nei diritti umani per costruire insieme un modello di società  attiva nel rispetto dei diritti umani. Iscriviti!

     
  5. Caso Berardi: necessaria forte iniziativa del governo italiano nei confronti della Guinea Equatoriale

    Dopo aver appreso la notizia del mancato rilascio di Roberto Berardi, l'imprenditore italiano arrestato nel 2013 dalle autorità della Guinea Equatoriale con l'accusa di frode fiscale, Amnesty International Italia ha sollecitato il governo italiano ad assumere una forte iniziativa diplomatica nei confronti delle autorità del paese africano.

     
  6. Una condanna a morte per l'attentato di Boston

    La condanna a morte emessa il 15 maggio da un tribunale federale degli Usa nei confronti di Dzhokhar Tsarnaev, riconosciuto colpevole dell'attentato alla maratona di Boston del 15 aprile 2013 è un'ulteriore violenza, questa volta da parte dello stato.