1. Contenuto della pagina
  2. Menu principale di navigazione
  3. Menu di sezione
Vai alla pagina iniziale
Testata per la stampa
  1. contattaci
  2. Utilizza la tecnologia RSS per rimanere sempre aggiornato
  3. amnesty.org
 


ricerca avanzata

Contenuto della pagina

  1. ©Amnesty International

    Appello Iran: rinviata l'esecuzione di Reyhaneh Jabbari 

    L'esecuzione di Reyhaneh Jabbari, donna iraniana che avrebbe dovuto essere messa a morte il 30 settembre nella prigione di Rajai Shahr, è stata rinviata di 10 giorni. Reyhaneh Jabbari è stata condannata per omicidio a seguito di indagine irregolari e di un processo iniquo.

     
  2. © Amnesty International

    Appello - Italia: introdurre il reato di tortura!

    Il 3 novembre 1988, l'Italia ha ratificato la Convenzione contro la tortura approvata dall'Onu nel 1984. Nonostante l'impegno a perseguire penalmente gli atti di tortura delineati all'art.1 della Convenzione, nel codice penale italiano manca  ancora il reato di tortura.

     
  3. Ahmad Amr Abd Al-qadir© Archivio privato

    Appello - Uzbekistan: ancora nessuna giusizia per Dilorom Abdukadirova

    Dilorom Abdukadirova, prigioniera di coscienza, sta scontando una condanna a 18 anni dopo un procedimento svoltosi in violazione delle norme internazionali sul giusto processo. È stata sottoposta a tortura e altri maltrattamenti durante la detenzione preventiva.

     
  4. SOS Europa, le persone prima delle frontiere

    L'Unione europea ha risposto alzando barriere, reali e invisibili, che mettono a rischio la vita di coloro che per disperazione affrontano viaggi molto pericolosi e muoiono nel tentativo di raggiungere le frontiere del nostro continente. 

     
  5. Stop enforced disappearances©Amnesty International

    Appello - Porre fine alle sparizioni forzate in Siria! 

    Da quando le proteste sono scoppiate in Siria nel febbraio 2011,
    migliaia di presunti oppositori del governo sono stati arbitrariamente
    arrestati e detenuti; si presume che molti siano stati sottoposti a sparizione
    forzata. 

     
  6. Yezidi in fuga da Sinjar, Iraq©Archivio privato

    Appello - Iraq: proteggere i civili prima di tutto!

    In seguito all'avanzata dell'Isis nelle città e nei villaggi nel nord dell'Iraq, da giugno 2014, centinaia di migliaia di persone appartenenti a minoranze religiose così come ad altri gruppi sono stati obbligati a lasciare le loro case.  È essenziale che sia presa un'iniziativa  comune  dalla comunità internazionale, dai governi dell'Iraq e del Kurdistan iracheno.

     

Le Buone notizie

  1. Per un'Europa senza discriminazione - Repubblica Ceca

    Il 25 settembre 2014 la Commissione europea ha deciso d'iniziare una procedura d'infrazione contro la Repubblica Ceca per violazione della normativa antidiscriminazione europea a causa delle politiche educative discriminatorie nei confronti dei rom.

     
  1. Un anno dopo i naufragi di Lampedusa, aumentano i morti in mare mentre l'Europa guarda dall'altra parte

    Un anno dopo i naufragi al largo di Lampedusa, in cui annegarono oltre 500 persone, un nuovo rapporto di Amnesty International mette in luce come la vergognosa mancanza d'azione dei paesi dell'Unione europea abbia contribuito all'aumento delle morti nel mar Mediterraneo, dove migliaia di migranti e rifugiati hanno perso la vita nel tentativo disperato di raggiungere le coste europee.

     
  1. Hong Kong, continuano le proteste, arresti anche in altre parti della Cina

    Mentre migliaia di manifestanti occupano alcune zone di Hong Kong per chiedere riforme e la polizia risponde con lacrimogeni e spray al peperoncino, almeno 20 persone sono state arrestate a Pechino, Jiangsu, Guangzhou e Shenzhen, queste ultime due vicine a Hong Kong.

     
  2. Dichiarazione su sicurezza e pistole Taser

    "Prima di mettere a disposizione delle forze di polizia questo tipo di arma andrebbe effettuato uno studio sui rischi di violazioni dei diritti umani a seguito del suo impiego e andrebbe garantita una formazione specifica e approfondita per gli operatori che ne venissero dotati..." Leggi la dichiarazione.

     
  3. Iran, rinviata ma solo di 10 giorni l'esecuzione di Reyhaneh Jabbari

    L'esecuzione di Reyahneh Jabbari, una donna di 26 anni, prevista all'alba del 30 settembre in Iran, è stata rinviata di 10 giorni. Le autorità iraniane devono annullare la sua condanna a morte e concederle un nuovo processo, stavolta equo, che non termini con una condanna alla pena capitale.

     
  4. Al Canzoniere Grecanico Salentino il premio Arte e diritti umani 2014 

    Va al Canzoniere Grecanico Salentino, il più importante gruppo di musica popolare salentina che nel 2015 celebrerà 40 anni di attività, il premio Arte e diritti umani 2014 di Amnesty International Italia. Gli artisti hanno realizzato il brano "Solo andata", tratto da una poesia di Erri De Luca e del quale Alessandro Gassmann ha diretto un suggestivo video.

     
  5. Voci per la Libertà mette sul palco i propri artisti per un weekend di musica e presentazioni

    Venerdì 26 a Loreo e sabato 27 a Faenza, alle manifestazioni DeltArte e Meeting delle Etichette Indipendenti, si esibiranno i migliori artisti delle ultime edizioni del festival "Voci per la libertà- Una canzone per Amnesty".