1. Contenuto della pagina
  2. Menu principale di navigazione
  3. Menu di sezione
Vai alla pagina iniziale
Testata per la stampa
  1. dona
  2. contattaci
  3. Utilizza la tecnologia RSS per rimanere sempre aggiornato
  4. amnesty.org
 


ricerca avanzata

Contenuto della pagina

Iran: arrestata altra attivista per i diritti delle donne

Data di pubblicazione dell'appello: 26.09.2011

Status dell'appello: chiuso

UA: 275/11 Index: MDE 13/079/2011

 
Campaign for Equality celebrate anniversary©Third Party
Campaign for Equality celebrate anniversary©Third Party

Grazie alle 3249 persone che hanno firmato l'appello. Vi terremo aggiornati sull'evoluzione della situazione.
 
 Fereshteh Shirazi, attivista per i diritti delle donne, membro della Campagna per un milione di firme (conosciuta anche come la Campagna per l'uguaglianza), è stata arrestata il 4 settembre ad Amol, città del nord dell'Iran. Non sono noti i motivi del suo arresto.

Fereshteh Shirazi, attivista per i diritti delle donne e madre di due bambini, è stata arrestata il 4 settembre 2011, dopo essere stata convocata nella sede del ministero dei servizi segreti ad Amol. Non sono noti i motivi del suo arresto, ma si crede siano collegati a un fascicolo aperto nei suoi confronti due anni fa in relazione alle sue attività per i diritti delle donne e ad articoli pubblicati sul suo blog. In tal caso, Amnesty International considererebbe Fereshteh prigioniera di coscienza, arrestata solo per aver esercitato pacificamente il suo diritto alla libertà di espressione. Fereshteh Shirazi è detenuta nella sezione femminile del carcere di Amol, non può telefonare alla sua famiglia né ricevere visite. Non le è stato permesso di accedere a un avvocato di sua scelta.

Due anni fa, il 24 e 25 agosto 2009, Fereshteh Shirazi è stata convocata nella sede del ministero dei servizi segreti di Amol e interrogata sulla Campagna per un milione di firme, sui suoi amici ad Amol, così come su quanto aveva pubblicato in relazione alla campagna sul suo blog personale. Nata nel 2006, la Campagna per un milione di firme è un'iniziativa di un movimento popolare di persone impegnate a porre fine alla discriminazione contro le donne nella legislazione iraniana. Molti attivisti sono stati arrestati o perseguitati.

 

Head of Mazandaran Province Judiciary
Hojjatoleslam val Moslemin Hossein Talebi
General Department of Mazandaran, 
Maziyar Street,
Sari, Mazandaran
Islamic Republic of Iran
 
Eccellenza,

le scrivo come sostenitore di Amnesty International, l'organizzazione non governativa che dal 1961 opera in difesa dei diritti umani, ovunque essi siano violati.

Le chiedo di rilasciare Fereshteh Shirazi subito e senza condizioni se, come sembra, è stata arrestata solo per aver esercitato pacificamente i suoi diritti alla libertà di espressione, riunione e associazione.

Le chiedo di assicurare che sia protetta da ogni forma di tortura e altri maltrattamenti e che le sia immediatamente permesso di incontrare regolarmente la sua famiglia, di accedere a un avvocato di sua scelta e a cure mediche adeguate se necessarie.

La esorto a rimuovere le illegittime restrizioni alla libertà di espressione, associazione e riunione in Iran.

Grazie per la vostra attenzione.