1. Contenuto della pagina
  2. Menu principale di navigazione
  3. Menu di sezione
Vai alla pagina iniziale
Testata per la stampa
  1. dona
  2. contattaci
  3. Utilizza la tecnologia RSS per rimanere sempre aggiornato
  4. amnesty.org
 


ricerca avanzata

Contenuto della pagina

Israele: arrestato artista circense

Data di pubblicazione dell'appello: 28.01.2016 UA: 12/16 Index: MDE 15/3214/2016 Israel/OPT

Status dell'appello: aperto Campagna Individui a rischio

Mohammad Faisal Abu Sakha©Archivio privato
Mohammad Faisal Abu Sakha©Archivio privato

Aggiornamento: Il 13 giugno un tribunale militare israeliano ha rinnovato per altri sei mesi la detenzione senza accuse del giovane circense palestinese Mohammad Faisal Abu Sakha. Questo secondo ordine di detenzione scadrà il 12 dicembre, un anno dopo il suo arresto. Aveva creduto di essere rilasciato alla scadenza del suo primo ordine di detenzione amministrativa, in base al quale è stato detenuto senza capo di imputazione né altra spiegazione, ma è stato informato solo all'ultimo minuto del rinnovato ordine. Amnesty International teme che Mohammad Faisal Abu Sakha sia detenuto a causa di una sua presunta appartenenza politica o per le sue opinioni.

Mohammad Faisal Abu Sakha è stato arrestato da soldati israeliani il 14 dicembre, mentre stava tornando da casa dei suoi genitori a Jenin, città della Cisgiordania occupata, al suo lavoro, Scuola di circo palestinese (Palestinian Circus School), a Birzeit, vicino a Ramallah.

L'esercito israeliano lo ha arrestato al check point di Zaatara, vicino alla città cisgiordana di Nablus, ed è stato portato al vicino centro di detenzione militare di Hawara. Il Comitato internazionale della Croce Rossa ha riferito ai suoi genitori che il giovane si trova ora nella prigione di Megiddo, nel nord di Israele. A fine dicembre l'esercito israeliano ha trasmesso un ordine di 6 mesi di detenzione amministrativa, che permette di detenere una persona senza un'accusa formale. Ai detenuti viene negato il diritto alla difesa o di ricusare in modo efficace la legalità della detenzione in quanto le autorità non rendono disponibili le "prove" ne agli imputati ne ai loro avvocati. Il 5 gennaio scorso un giudice militare ha riesaminato l'ordine alla corte militare di Ofer nel nord della Cisgiordania. Il giudice militare può cancellare, ridurre o confermare l'ordine, ma non ha ancora preso una decisione.

 Il sito internet di Al Jazeera news ha riportato le parole di un portavoce dell'esercito israeliano che sostiene che Mohammad Faisal Abu Sacka sia trattenuto perchè ha creato "un pericolo .... alla sicurezza della regione" e che i dettagli del suo caso sono "confidenziali". Le autorita' israeliane hanno aumentato l'uso della detenzione amministrativa drasticamente dall'ottobre 2015; piu' di 580 palestinesi sono stati posti in detenzione amministrativa fino alla fine dell'anno. 

Mohammad Faisal Abu Sakha ha iniziato a studiare alla Palestinian Circus School nel 2007 e nel 2011 è diventato uno degli artisti e trainer della scuola in cui insegna, anche ai bambini.  Si e' specializzato nell'insegnamento ai bambini con difficoltà di apprendimento,  che sono circa 30 dei più di 300 studenti della scuola.  

 

Military Judge Advocate General  
Brigadier General Sharon Afek  Hakirya
Tel Aviv
Israel

Egregio procuratore generale,

Sono un sostenitore di Amnesty International, l'organizzazione non governativa che dal 1961 lavora indifesa dei diritti umani, ovunque siano violati. 

Le chiedo di rilasciare Mohammad Faisal Abu Sakha, e tutte le persone detenute in detenzione amministrativa, a meno che non siano accusati di un reato e immediatamente processati. 

La sollecito a garantire che egli abbia immediato accesso ad un avvocato di sua scelta e alla sua famiglia.      

La ringrazio per l'attenzione.