1. Contenuto della pagina
  2. Menu principale di navigazione
  3. Menu di sezione
Vai alla pagina iniziale
Testata per la stampa
  1. dona
  2. contattaci
  3. Utilizza la tecnologia RSS per rimanere sempre aggiornato
  4. amnesty.org
 


ricerca avanzata

Contenuto della pagina

La "primavera araba" cinque anni dopo

"A UN CERTO PUNTO ABBIAMO DECISO DI NON RIMANERE IN SILENZIO E LA NOSTRA RIVOLUZIONE E' INIZIATA", Hussein Ghrer, attivista per i diritti umani, Siria

 

Nel 2011, in tutto il mondo arabo, le manifestazioni di piazza costrinsero i leader politici a metter fine a decenni di oppressione. Il Medio Oriente e il Nord Africa furono teatro di un'esplosione senza precedenti di proteste e richieste di riforme. Il fenomeno ebbe inizio in Tunisia e in poche settimane si diffuse in Egitto, Yemen, Bahrein, Libia e Siria. Leader politici autoritari in carica da lungo tempo - come Hosni Mubarak in Egitto e Zine el-Abidine Ben Ali in Tunisia - vennero deposti.Molti sperarono che la "primavera araba" avrebbe portato nuovi governi e con essi riforme e giustizia sociale. 
La realtà vede un aumento delle guerre e delle violenze, oltre alla repressione di quanti osano parlare di una società più aperta e giusta.

La cronologia della "primavera araba"

Egyptians celebrate in Tahrir Square, Cairo, after Hosni Mubarak stepped down, 12 February 2011. © PEDRO UGARTE/AFP/Getty Images

Tunisia, 17 dicembre 2010: un uomo piange il venditore ambulante Mohamed Bouazizi, che si è dato fuoco per protesta contro le vessazioni della polizia. Questo gesto dà inizio a un'ondata di proteste senza precedenti, con la popolazione che chiede riforme.
Tunisia, 14 gennaio 2011: la popolazione scende nelle strade dopo la caduta del governo di Zine el-Abidine Ben Ali, che rassegna le dimissioni e lascia il paese aprendo la strada ad elezioni che portano all'elezione di un nuovo presidente e all'adozione di una nuova costituzione.
Egitto, 25 gennaio 2011: inizia la "rivoluzione di gennaio", una serie di manifestazioni di massa che si concentra a Piazza Tahrir, al Cairo. Circa 840 manifestanti vengono uccisi e più di 6000 vengono feriti dalle forze di sicurezza e dai teppisti che le assistono.
Yemen, 3 febbraio 2011: le proteste di massa scoppiano quando il presidente Ali Abdullah Saleh tenta di cambiare la costituzione per rimanere in carica a vita. Seguono mesi di disordini politici, durante i quali le forze governative uccidono centinaia di manifestanti.
Egitto, 11 febbraio 2011: la popolazione riunita a Piazza Tahrir festeggia la caduta del presidente Mubarak e la presa del potere da parte delle forze armate.
Bahrein, 14 febbraio 2011: una manifestante affronta la polizia. Le proteste che chiedono riforme democratiche si scontrano con il giro di vite delle forze di sicurezza. Le autorità del paese continuano ad attaccare i dissidenti.
Libia, 17 febbraio 2011: le proteste contro il leader Mu'ammar al-Gheddafi iniziano nella città orientale di Bengasi. Ne segue un conflitto interno, a ottobre 2011Gheddafi viene ucciso. La Libia rimane tuttora profondamente divisa.
Siria, 15 marzo 2011: un manifestante strappa un poster dell'ex presidente Hafez al-Assad. Le proteste di massa vengono brutalmente represse dal figlio di Hafez, Bashar al-Assad. Da allora, più di 250.000 persone sono state colpite e più di 12 milioni hanno dovuto abbandonare le loro case.

 
 

E poi cosa è successo?

Cinque anni dopo, i diritti umani sono ancora sotto attacco in tutta la regione. Centinaia di migliaia di persone, fra cui molti bambini, sono state uccise nei conflitti armati che continuano a insanguinare la Siria, la Libia e lo Yemen. Il conflitto siriano ha creato la più grave crisi dei rifugiati del ventunesimo secolo.

In Siria, Egitto, Bahrein e altri paesi, i governi attaccano la libertà di espressione imprigionando attivisti per i diritti umani, oppositori politici e voci critiche. Spesso lo fanno in nome dell'antiterrorismo. Ad aggravare la situazione, pochissimi fra i responsabili delle violenze, uccisioni e torture avvenute durante e dopo le manifestazioni sono stati portati dinanzi alla giustizia.

Che cosa chiediamo?
Dobbiamo spingere questi paesi a smettere di attaccare civili durante i conflitti armati, ad detenere persone solo per aver criticato i governi, e dobbiamo convincerli a portare dinanzi alla giustizia i responsabili delle violazioni dei diritti umani.

 
 

Dopo la "primavera araba": paese per paese

TUNISIA E' l'unica relativa "storia di successo", con una nuova costituzione e alcuni provvedimenti per far giustizia dei crimini del passato. Sfortunatamente i diritti umani restano sotto attacco e c'è bisogno urgente di riforme.
EGITTO Attivisti pacifici, critici del governo e molti altri restano in prigione. Torture ed altri maltrattamenti sono di routine. Centinaia di persone sono state condannate a morte e decine di migliaia si trovano agli arresti per aver protestato o per presunti legami con oppositori politici.
BAHREIN  Le autorità hanno messo a tacere i dissidenti con un uso eccessivo e non necessario della forza, arrestando manifestanti e leader dell'opposizione politica e usando la tortura sui detenuti.
LIBIA Molti sono i conflitti armati in una terra profondamente divisa. Tutte le parti hanno commesso crimini di guerra e gravi abusi dei diritti umani.
SIRIA Il più sanguinoso conflitto armato di tutta la regione è nato come risposta alla brutale repressione delle manifestazioni di massa da parte del governo di Bashar al-Assad. Crimini atroci vengono commessi su larghissima scala e metà della popolazione è stata sfollata.
YEMEN I raid aerei della coalizione a guida saudita e i bombardamenti delle forze huoti hanno ucciso più di 2500 civili. Alcuni attacchi costituiscono crimini di guerra.

 

I numeri della "primavera araba"

- Oltre 12.000 persone sfollate in Siria dal 2011;
- 50 persone uccise e centinaia di feriti nelle proteste a Sana'a, Yemen, il 18 marzo 2011;
- 6000 persone ferite dalle forze di sicurezza egiziane e dai teppisti al loro servizio durante la "rivoluzione di gennaio" del 2011.

 

LEGGI IL RAPPORTO "UN ANNO DI RIBELLIONE!": il 2011 paese per paese

 
 
 
 

Le ultime dalla campagna

  1. [26/07/16] Nei negoziati di pace sullo Yemen al primo posto gli aiuti alla popolazione civile
  2. [22/06/16] Cagliari, 24 giugno: "Yemen: chi ha armato il conflitto?"
  3. [21/06/16] Cinque mesi dalla scomparsa di Giulio Regeni: serve maggiore impegno da parte della Farnesina 
  4. [16/06/16] 25-26 giugno: twitter action per chiedere verità per Giulio Regeni
  5. [14/06/16] L'Unione europea rischia di alimentare terribili violenze contro migranti e rifugiati in Libia
  6. [13/06/16] Bahrein, nuovo arresto per Nabeel Rajab
  7. [07/06/16] Bambini uccisi in Yemen, l'Onu s'inchina alla coalizione a guida saudita
  8. [30/05/16] Egitto: otto civili condannati a morte dopo essere stati sottoposti a sparizione e tortura
  9. [30/05/16] Egitto: arrestato il presidente del sindacato dei giornalisti
  10. [25/05/16] Egitto: l'Unione europea sospenda i trasferimenti di armi
  11. [23/05/16] I campi minati dello Yemen: anche bambini tra i civili uccisi e feriti dalle bombe a grappolo
  12. [18/05/16] Arresti arbitrari, sparizioni e torture. Così gli huthi perseguitano i loro oppositori nello Yemen
  13. [13/05/16] Siria: aiuti respinti a Deraya, crimini di guerra ad Aleppo
  14. [18/04/16] Dal 23 al 25 aprile sui campi di calcio di serie A e B "Verità per Giulio Regeni"
  15. [01/04/16] Verità per Giulio Regeni: la Lega Pallavolo Serie A Femminile aderisce alla campagna
  16. [31/03/16] Yemen, Amnesty International agli Esteri: "No alla complicità nei crimini di guerra"
  17. [24/03/16] "Verità per Giulio Regeni": dichiarazione di Marchesi
  18. [23/03/16] Giordania: i rifugiati siriani non hanno accesso a servizi medici fondamentali
  19. [22/03/16] Yemen: la guerra dimenticata
  20. [22/03/16] Due incontri di approfondimento sulla situazione in Yemen
  21. [22/03/16] Yemen, un anno di conflitto: flussi irresponsabili di armi decimano i civili
  22. [16/03/16] Qatar, rilasciato il "poeta dei gelsomini"
  23. [16/03/16] Truth About Giulio Regeni
  24. [14/03/16] Dalla speranza all'orrore: cinque anni di crisi in Siria
  25. [15/03/16] Bahrein: attivista per i diritti umani arrestata per aver strappato una foto
  26. [14/03/16] #360Syria: il sito che rivela le devastazioni prodotte dai barili bomba
  27. [03/03/16] Siria: i bombardamenti degli ospedali sono una strategia di guerra
  28. [29/02/16] Per fermare le gravi violazioni dei diritti umani, embargo sulle armi dirette in Yemen
  29. [24/02/16] Verità per Giulio Regeni
  30. [19/02/16] Verità per Giulio Regeni
  31. [12/02/16] "Il mio cuore è esausto"
  32. [18/02/16] Egitto: ordinata chiusura di un importante centro per la riabilitazione dalla tortura
  33. [15/02/16] Russia e Siria devono porre fine agli attacchi deliberati contro gli ospedali
  34. [15/02/16] Bahrein: a cinque anni dalla rivolta del 2011, svanite le speranze nella giustizia e nelle riforme
  35. [03/10/15] Yemen, a sei mesi dai primi attacchi aerei della coalizione saudita vite civili devastate
  36. [02/09/15] Yemen: l'Italia sospenda l'invio di bombe e sistemi militari 
  37. [12/03/15] Siria, quattro anni di crisi: popolazione finita nel buio
  38. [04/02/15] #Opentosyria: le storie sconosciute dei più vulnerabili tra i rifugiati siriani
  39. [02/02/15] Le autorità egiziane cercano di nascondere la morte dei manifestanti
  40. [21/01/15] Egitto: flagello della violenza contro le donne, misure insufficienti per fermarla
  41. [15/12/14] Siria - Fatti e cifre sulla crisi dei rifugiati e reinsediamento  internazionale
  42. [12/12/14] S.O.S. Europa: prima le persone, poi le frontiere
  43. [05/12/14] Vergognosa risposta del mondo alla crisi dei rifugiati siriani
  44. [20/11/14] Turchia: rifugiati siriani vittime di violazioni dei diritti umani al confine e lasciati a se stessi 
  45. [23/09/14] La protezione dei civili siriani deve essere prioritaria
  46. [03/07/14] Egitto, a un anno dalla deposizione di Morsi, catastrofico declino del rispetto dei diritti umani
  47. [23/06/14] Giornata nera per la libertà di stampa in Egitto
  48. [16/06/14] Vivere sotto assedio in Siria: bombe e mancanza di cibo, acqua e farmaci
  49. [11/06/14]  Egitto, condannati 25 attivisti
  50. [05/06/14] Siria, bambini tra le 15 vittime di uccisioni sommarie nel nord del paese
  51. [23/05/14] Egitto, decine di civili "scomparsi" e torturati nelle prigioni militari
  52. [22/05/14] Crudele il veto russo e cinese alla risoluzione sulla Siria
  53. [21/05/14] Libano: rifugiati siriani in disperato bisogno di cure mediche 
  54. [11/04/14] Disponibile nelle librerie la graphic novel "La primavera araba"
  55. [07/04/14] Egitto, confermate le condanne di tre attivisti
  56. [24/03/14] Egitto: oltre 500 condanne a morte per i sostenitori di Morsi
  57. [13/03/14] #Withsyria: appello globale per fermare la peggiore crisi del XXI secolo
  58. [10/03/14] Siria, Yarmuk sotto assedio
  59. [24/02/14] Siria: la risoluzione del Consiglio di sicurezza un primo segno di speranza
  60. [30/01/14] Egitto: giornalisti incriminati per terrorismo
  61. [26/01/14] Siria: dichiarazione congiunta di sette Ong sulla conferenza "Ginevra II"
  62. [23/01/14] Egitto, tre anni dopo la "rivoluzione del 25 gennaio", la repressione su vasta scala prosegue senza sosta
  63. [21/01/14] Siria: la conferenza "Ginevra II" deve agire sulle denunce di torture e uccisioni "su scala industriale"
  64. [17/01/14] Siria: la conferenza di Ginevra fermi le sofferenze dei civili!
  65. [19/12/13] Siria, torture e uccisioni nei centri di detenzione dell'Isis
  66. [18/12/13] Bahrein: basta arrestare e torturare minorenni!
  67. [13/12/13] Vergognoso comportamento dell'Ue verso i rifugiati siriani
  68. [27/11/13] Egitto: nuova legge su manifestazioni dà briglia sciolta alle forze di sicurezza
  69. [22/11/13] Marocco: annullare le leggi contro le donne
  70. [31/10/13] Le restrizioni poste dalla Giordania ai rifugiati siriani illustrano il peso che grava sui paesi ospitanti
  71. [23/10/13] Libia, a due anni dalla fine del conflitto continua la sofferenza degli sfollati
  72. [22/10/13] Egitto, bozza di legge spiana la strada a nuovi spargimenti di sangue
  73. [22/10/13] Qatar, condanna definitiva per il "poeta dei gelsomini"
  74. [17/10/13] Egitto, porre fine alla detenzione e al rimpatrio dei rifugiati siriani!
  75. [14/10/13] Egitto, uso eccessivo della forza durante le proteste del 6 ottobre
  76. [11/10/13] Nobel per la pace, un premio importante ma rimane molto da fare
  77. [09/10/13] Egitto: comunità cristiane capri espiatori dopo gli sgomberi dei sit in pro-Morsi
  78. [27/09/13] Risoluzione del Consiglio di sicurezza sulla Siria: Amnesty International chiede che non sia un'altra occasione persa
  79. [19/09/13] La Libia deve consegnare Saif al-Islam Gheddafi all'Icc
  80. [16/09/13] Siria, accordo sulle armi chimiche un passo avanti ma non basta
  81. [12/09/13] Egitto: detenuti pro-Morsi privati dei loro diritti
  82. [10/09/13] Matrimoni precoci e molestie per le rifugiate siriane in Giordania
  83. [05/09/13] I leader del G20 non devono sprecare l'opportunità di salvare vite umane in Siria
  84. [17/08/13] Egitto: il disastroso bagno di sangue richiede un'indagine urgente e imparziale
  85. [14/08/13] Egitto, Amnesty International chiede di evitare ulteriori bagni di sangue
  86. [09/08/13] Due nuovi decreti mettono al bando il dissenso in Bahrein
  87. [07/08/13] Siria: attraverso le immagini satellitari di Amnesty International, da un anno all'altro la devastazione di Aleppo
  88. [01/08/13] Egitto, la decisione di disperdere i sit-in pro Morsi "una ricetta per il disastro"
  89. [30/07/13] Egitto: tenere a freno la polizia per impedire ulteriori spargimenti di sangue
  90. [29/07/13] Siria, civili vittime di esecuzioni extragiudiziali per conseguire vantaggio militare
  91. [17/07/13] Egitto: centinaia di sostenitori di Morsi privati dei loro diritti
  92. [12/07/13] L'Egitto rimanda indietro 259 siriani
  93. [10/07/13] Egitto: prove schiaccianti contro i fallimenti delle forze di sicurezza
  94. [06/07/13] Egitto: la repressione contro i sostenitori di Morsi annuncia un nuovo periodo di violazioni dei diritti umani
  95. [04/07/13] Egitto: necessarie estrema cautela e moderazione
  96. [14/06/13] Iran: giro di vite sul dissenso prima delle elezioni
  97. [04/06/13] Siria: rapporto della Commissione internazionale di inchiesta
  98. [16/05/13] Risoluzione Onu sulla Siria, passo positivo ma insufficiente
  99. [29/04/13] Oltre un milione e trecentomila profughi dalla Siria hanno disperato bisogno di  maggiore aiuto internazionale
  100. [17/04/13] Bahrein, repressione e vuote promesse prima del Gran premio di Formula 1
  101. [17/04/13] Bahrein: i numeri della repressione
  102. [05/04/13] Egitto, nuove incriminazioni in un giro di vite contro il dissenso
  103. [29/03/13] La Turchia rimanda in Siria centinaia di rifugiati
  104. [27/03/13] Siria, la Lega araba e i paesi Brics devono tenere alta la pressione sulle parti in conflitto
  105. [14/03/13] Siria: da " i giorni della collera" a  un conflitto pieno di collera
  106. [14/03/13] Siria, due anni dalla rivolta
  107. [13/03/13] 15 marzo - Un'onda bianca per la Siria!
  108. [05/03/13] Arabia Saudita, giocando a "gatto e topo" con manifestanti pacifici
  109. [01/03/13] Marocco, un codice penale basato sul pregiudizio mette in pericolo le donne e le ragazze
  110. [22/02/13] Egitto, un altro "punto in basso" sulle restrizioni alle Ong
  111. [20/02/13] Marocco: basta reprimere le proteste!
  112. [14/02/13] Bahrein: ancora si paga a caro prezzo la libertà
  113. [07/02/13] Egitto, l'impunità alimenta la violenza sessuale
  114. [07/02/13] Tunisia, occorre un'indagine urgente sull'uccisione di Chokri Belaid
  115. [31/01/13] Decine di detenuti minorenni in sciopero della fame in Yemen
  116. [29/01/13] Egitto, morte e distruzione nelle celebrazioni della rivolta
  117. [24/01/13] Egitto: a due anni dalla rivolta le forze di sicurezza continuano ad agire con impunità
  118. [15/01/13] Siria, 57 stati membri dell'Onu chiedono l'intervento della Corte penale
  119. [11/01/13] La protezione delle minoranze dev'essere una priorità nella fase di transizione della Siria
  120. [12/12/12] Bahrein, confermata la condanna di Nabeel Rajab, in carcere Zainab Al-Khawaja
  121. [11/12/12] Egitto, poteri di polizia all'esercito "un pericoloso precedente"
  122. [06/12/12] La bicicletta verde
  123. [06/12/12] La nuova costituzione egiziana limita le libertà fondamentali e ignora i diritti delle donne
  124. [03/12/12] Tunisia, polizia violenta: 300 feriti nelle manifestazioni a Siliana
  125. [30/11/12] Egitto: gas lacrimogeni in piazza Tahrir
  126. [24/11/12] Egitto: i nuovi poteri presidenziali annunciano una nuova fase repressiva
  127. [22/11/12] 25 novembre, Giornata internazionale per l'eliminazione della violenza sulle donne
  128. [21/11/12] Bahrein, un anno dopo la Commissione d'inchiesta promesse di riforme non mantenute, repressione senza freni
  129. [13/11/12] In Italia Hanadi Zahlout, attivista siriana per i diritti umani
  130. [05/11/12] Bahrein, attentati mostrano totale disprezzo per i diritti umani
  131. [02/11/12] Siria, un gruppo armato compie esecuzioni sommarie di soldati nella provincia di Idlib
  132. [02/11/12] Bahrein, il divieto di protesta dev'essere abolito
  133. [26/10/12] Siria: liberare tutti i prigionieri di coscienza dopo l'amnistia
  134. [25/10/12] Amnesty International e Se Non Ora Quando, per i diritti delle donne
  135. [25/10/12] Tunisia al bivio, intraprenda la strada dei diritti umani!
  136. [23/10/12] Bahrein: due insegnanti condannati alla prigione dopo un verdetto "da incubo"
  137. [23/10/12] Turchia, centinaia di prigionieri in sciopero della fame
  138. [18/10/12] Giustizia, non vendetta. La Libia, un anno dopo l'uccisione di Gheddafi
  139. [17/10/12] Egitto, prigioniero di coscienza rischia sei anni di carcere
  140. [15/10/12] Giordania, giro di vite contro il movimento per le riforme
  141. [11/10/12] Egitto, amnistia di massa decretata dal presidente Morsi ma occorrono ulteriori riforme
  142. [04/10/12] Siria: scomparso noto avvocato per i diritti umani
  143. [02/10/12] Egitto: niente stato di diritto, se non si affrontano le violazioni da parte di polizia ed esercito
  144. [02/10/12] Bahrein, la corte di Cassazione conferma le condanne di nove operatori sanitari
  145. [26/09/12] Yemen, un'agenda per i diritti umani in 11 punti
  146. [19/09/12] Siria: nuove prove sulla campagna di attacchi indiscriminati, alto numero di vittime civili
  147. [17/09/12] Turchia e Iraq ostacolano l'ingresso dei rifugiati in fuga dalla Siria
  148. [06/09/12] Estradato dalla Mauritania ex capo dei servizi segreti libici
  149. [04/09/12] Bahrein, verdetto oltraggioso conferma condanne per 13 attivisti
  150. [03/08/12] Siria, l'Esercito libero compie crimini di guerra, poi li condanna e annuncia un'indagine
  151. [01/08/12] Siria: ad Aleppo dalla repressione indiscriminata al conflitto armato
  152. [27/07/12] 28 luglio, 500 giorni di violazioni dei diritti umani in Siria. Giovani europei li ricordano con un'azione pubblica a Palermo
  153. [25/07/12] Siria: notizie di uccisioni sommarie da parte delle forze governative e dell'opposizione armata
  154. [21/07/12] Siria, il voto del Consiglio di sicurezza incoraggerà i responsabili delle violazioni
  155. [13/07/12] Siria: l'Onu deve avere accesso immediato per indagare sulle denunce di uccisioni a Treimseh
  156. [06/07/12] L'Unione europea non può delegare il controllo dell'immigrazione alla Libia
  157. [05/07/12] Libia: la stretta mortale delle milizie corrode  il primato della legge
  158. [03/07/12] Libia, rilasciati i quattro funzionari della Corte penale internazionale
  159. [15/06/12] Egitto: nuovi pericolosi poteri affidati all'esercito
  160. [14/06/12] Siria: crimini contro l'umanità in corso da parte delle forze armate
  161. [12/06/12] Egitto, nuovi attacchi contro le manifestanti
  162. [30/05/12] Bahrein, tutti i prigionieri devono essere rimessi in libertà
  163. [30/05/12] L'espulsione degli ambasciatori siriani deve essere seguita da azioni concrete
  164. [29/05/12] Siria: necessaria una rapida azione dell'Onu dopo l'attacco a Houla
  165. [08/05/12] Tweet "offensivi": arrestato attivista del Bahrein
  166. [24/04/12] Bahrein, processo rinviato: la corte si prende gioco di Al-Khawaja
  167. [24/04/12] Libia: la popolazione di Kufra al centro degli scontri tra le milizie
  168. [19/04/12] Libia, altra morte sotto tortura: il Cnt deve indagare
  169. [17/04/12] Bahrein:  le riforme rischiano di apparire prive di senso, mentre proseguono le violazioni dei diritti umani
  170. [12/04/12] Amnesty International alla Tunisia: la costituzione dev'essere al passo coi tempi
  171. [10/04/12] Bahrein, la vita di Abdulhadi al-Khawaja in pericolo, va rilasciato immediatamente
  172. [05/04/12] La Libia deve rispettare la richiesta del tribunale penale internazionale di consegnare Saif al-Islam Gheddafi
  173. [04/04/12] Il ministro Cancellieri a Tripoli. Amnesty International Italia preoccupata per lo sviluppo degli accordi con la Libia
  174. [03/04/12] Nonostante le speranze suscitate dal piano Annan, in Siria la repressione continua
  175. [30/03/12] Bahrein, attivista per i diritti umani all'ergastolo, in sciopero della fame da 50 giorni
  176. [20/03/12] "Non si puo' fermare la primavera!". Il 21 marzo a Roma per sostenere i diritti umani in Medio Oriente e Africa del Nord
  177. [16/03/12] L'eventuale missione Onu in Siria deve monitorare e riferire sulle violazioni dei diritti umani
  178. [15/03/12] Assoluzione per i "test di verginità" in Egitto, una parodia della giustizia
  179. [19/03/12] Libia: la Nato deve indagare sulle vittime civili provocate dai suoi attacchi aerei
  180. [16/03/12] Amnesty International Italia incontra il ministro dell'Interno Cancellieri
  181. [14/03/12] Siria: torture e maltrattamenti in detenzione, fenomeno sistematico e massiccio
  182. [09/03/12] Egitto: un anno dopo i "test di verginità", la giustizia si fa ancora attendere
  183. [23/02/12] Sentenza della Corte europea sui respingimenti in Libia: una "pietra miliare"
  184. [13/02/12] Bahrein, un anno di rivolta: il governo non si assume le sue responsabilità