1. Contenuto della pagina
  2. Menu principale di navigazione
  3. Menu di sezione
Vai alla pagina iniziale
Testata per la stampa
  1. dona
  2. contattaci
  3. Utilizza la tecnologia RSS per rimanere sempre aggiornato
  4. amnesty.org
 


ricerca avanzata

Contenuto della pagina

MY BODY MY RIGHTS

Prendere decisioni sulla propria salute, il proprio corpo, la propria sessualità e la propria vita riproduttiva senza paura, coercizione, violenza o discriminazione è un diritto umano. 

Tuttavia l'esercizio dei diritti sessuali e riproduttivi in diversi paesi è controllato da stato, operatori sanitari o dalla famiglia attraverso leggi e sanzioni penali. 

Le violazioni dei diritti sessuali e riproduttivi si concretizzano in: mancato accesso alle informazioni sulla sessualità e la riproduzione, ai relativi servizi sanitari relativi, e sulla contraccezione; impossibilità di scegliere il proprio partner e se e quando avere figli; mutilazioni dei genitali femminili, gravidanze, sterilizzazioni, aborti e matrimoni forzati.

Di fronte a queste continue violazioni, abbiamo lanciato la campagna globale My body my rights, lavorando a contribuire alla modifica di leggi discriminatorie di alcuni paesi, facendo pressione diretta e indiretta sulle rispettive autorità, e portando l'attenzione sui temi della campagna.


Ogni persona deve poter fare scelte libere e informate circa la propria sessualità e riproduzione senza discriminazione, violenze e intimidazioni.   

Approfondisci
 

Le richieste della campagna

I governi devono:

  • smettere di usare il diritto penale per controllare la sessualità delle persone e la riproduzione; 
  • garantire alle persone il potere di prendere le proprie decisioni sul proprio corpo e di vivere la propria vita senza interferenze da parte di altri; 
  • vietare ogni forma di discriminazione e di violenza; 
  • garantire servizi, educazione e informazione sulla salute sessuale e riproduttiva a costi sostenibili e di qualità.
 

Il manifesto

Nonostante gli stati abbiano sottoscritto un importante accordo due decenni fa a Pechino, donne e le ragazze continuano a venire private dei loro diritti sessuali e riproduttivi.

Con il nostro manifesto, lanciamo un appello globale per chiedere ai governi di ogni parte del mondo di non controllare e criminalizzare le scelte e la sessualità delle donne e delle ragazze.

Sottoscrivi il manifesto!

 

I paesi

Maghreb

In Maghreb le leggi sullo stupro non proteggono la vittima; la violenza domestica non è un crimine; il sesso consensuale tra persone non sposate è un crimine. Amnesty International chiede di riformare queste leggi discriminatorie! Approfondisci!

 

Irlanda

L'aborto in Irlanda è illegale, tranne nei casi in cui esista un rischio "reale e sostanziale" per la vita (non per la salute) della donna. Amnesty International lavorerà insieme alle organizzazioni partner per consolidare il sostegno pubblico e politico in favore della depenalizzazione dell'aborto. Approfondisci!

 
 
 
 

Modulo educativo

Il modulo educativo "Rispetta i miei diritti, rispetta la mia dignità. Modulo 3 - I diritti sessuali e riproduttivi sono diritti umani" è pensato per docenti ed educatori che lavorano con ragazzi/e dai 15 ai 22 anni. 

Un approccio educativo partecipativo consente di mettere in discussione i preconcetti acquisiti su genere, sessualità, identità per comprendere come i diritti sessuali e riproduttivi siano diritti umani.
Scarica il modulo educativo

 
 

Le news dalla campagna

  1. My Body My Rights - Maghreb [05 Marzo 2015]
  2. La legge sull'aborto in Irlanda in cifre [09 Giugno 2015]
  3. Irlanda: una precisazione a proposito di aborto [07 Luglio 2015]
  4. Irlanda: legge sull'aborto tratta le donne come recipienti [10 Giugno 2015]
  5. My Body My Rights - Irlanda [05 Marzo 2015]
  6. Iran: proposte di legge considerano le donne mere "macchine da riproduzione"  [10 Marzo 2015]
  7. Giornata internazionale della donna: giù le mani dai nostri corpi [06 Marzo 2015]
  8. Diritti sessuali e riproduttivi in Iran: fatti e cifre [12 Marzo 2015]
  9. Cinema e diritti umani: dal 12 maggio nelle sale "La sposa bambina" [11 Maggio 2016]
  10. Campagna "My body my rights" - Irlanda  [21 Giugno 2016]
  11. Campagna "My body my rights" - El Salvador [23 Maggio 2016]
  12. Burkina Faso: le elezioni non possono ignorare la crisi delle donne [15 Luglio 2015]
  13. My Body My Rights - Burkina Faso [15 Ottobre 2015]
  14. Azione chiusa Tunisia: studente rischia il carcere per atti omosessuali [09 Ottobre 2015]
  15. Azione chiusa Paraguay: bambina di 10 anni, violentata e incinta, in pericolo! [05 Maggio 2015]
  16. Appello chiuso -  Sud Africa: assistenza sanitaria per le donne di Mkhondo 
    [03 Aprile 2015]
  17. Appello - Messico: giustizia per Yecenia Armenta [26 Giugno 2015]
  18. Appello chiuso - Iran: le donne non sono mere "macchine da riproduzione"!
    [11 Maggio 2015]
  19. Appello - Burkina Faso: no ai matrimoni forzati  [21 Dicembre 2015]
  20. Appello chiuso - #notacriminal: chiedi all'Irlanda di modificare la sua legge sull'aborto [09 Ottobre 2015]
  21. Appello - Tunisia: amare non è un crimine! [17 Maggio 2016]
  22. A Milano la mostra fotografica "Sheroes"  [01 Marzo 2016]
  23. 8 marzo: Lube Volley sostiene la campagna "My Body My Rights"  [06 Marzo 2015]
  24. "Sheroes": in Italia, al Festival dei diritti umani, la mostra fotografica di Amnesty International [28 Aprile 2016]
  25. "Mai più spose bambine": iniziative con l'Università Roma Tre [29 Febbraio 2016]