1. Contenuto della pagina
  2. Menu principale di navigazione
  3. Menu di sezione
Vai alla pagina iniziale
Testata per la stampa
  1. dona
  2. contattaci
  3. Utilizza la tecnologia RSS per rimanere sempre aggiornato
  4. amnesty.org
 


ricerca avanzata

Contenuto della pagina

Bielorussia: è ora di abolire la pena di morte!

Data di pubblicazione dell'appello: 06.10.2011

Status dell'appello: chiuso

Grazie alle 6427 persone che hanno firmato l'appello. Vi terremo aggiornati sull'evoluzione della situazione.
 
 
La Bielorussia è l'unico paese in Europa e nell'ex Unione Sovietica a eseguire condanne a morte.

A marzo 2010, dopo una pausa durata un anno, durante la quale per la prima volta non sono state registrate esecuzioni in Europa e nell'ex Unione Sovietica, le autorità bielorusse hanno messo a morte due uomini: Vasily Yuzepchuk e Andrei Zhuk, uccisi da un colpo di proiettile dietro la testa. 

Nello stesso anno, sono state emesse tre nuove condanne a morte. Due uomini sono stati condannati il 14 maggio per reati commessi durante una rapina a mano armata avvenuta a ottobre 2009 in un appartamento a Grodno. A luglio 2011, Amnesty International ha ricevuto conferma dell'esecuzione di uno di loro, Andrei Burdyka, avvenuta presumibilmente tra il 14 e il 19 luglio. Il 23 settembre la famiglia è stata contattata dalla corte regionale di Grodno per la consegna dei certificati di morte. Un terzo uomo è stato condannato a morte a settembre 2010 e la sua sentenza è stata confermata a febbraio 2011.
 
Ai prigionieri nel braccio della morte viene comunicato che la sentenza sta per essere eseguita appena pochi istanti prima. Il corpo non viene restituito alla famiglia, che viene informata della morte del suo caro solo a esecuzione avvenuta. La famiglia non viene a conoscenza nemmeno del luogo di sepoltura del condannato a morte. La brutalità dell'atto e il segretezza che avvolge la pena capitale in Bielorussia provocano sofferenza anche ai familiari della persona messa a morte.

Mentre cresce il numero di stati che rifiutano questa pena disumana, la Bielorussia non si ferma.

Aiutaci a fare dell'Europa una zona libera dalla pena capitale. Firma questa petizione che chiede al presidente della Bielorussia di porre fine all'uso della pena di morte e di commutare le sentenze di tutti coloro che si trovano nel braccio della morte!