Il progetto di attivismo 2.0 prevede la possibilità di collaborare volontariamente con la Sezione Italiana di Amnesty International, nei nostri uffici (volontariato in sede), da casa, sul territorio, mettendo a disposizione competenze, know how e professionalità.

Alcuni esempi di attivismo 2.0:

Il servizio traduzioni e interpretariato

Ogni giorno lavoriamo alla traduzione di numerosi testi, principalmente in lingua inglese e spagnola. Su questo fronte, soprattutto per traduzioni che non richiedano un’attività immediata, ci appoggiamo alle competenze di esperti traduttori che hanno scelto di dedicare volontariamente parte del loro tempo ad Amnesty. In certi casi, gli interpreti professionisti si mettono a disposizione per interpretare i nostri esperti, testimoni e difensori dei diritti umani durante gli eventi di sensibilizzazione.

Team organizzativo campi estivi di Amnesty

Per i nostri campi ogni anno cerchiamo volontari che collaborino con noi all’organizzazione del campo.

Fotografi e video maker

In occasione di diverse delle nostre azioni pubbliche (flash mob, manifestazioni, conferenze stampa, ecc.) ricerchiamo il supporto di fotografi e video maker. La maggior parte delle nostre azioni si svolgono a Roma per cui cerchiamo principalmente attivisti disponibili in questa città.

Dimmi chi sei e ti diremo come potresti aiutarci

A queste classiche forme di attivismo 2.0 si affiancano le mille altre opportunità per collaborare volontariamente e per poche ore a settimana.

Vuoi fare questa esperienza? Monitora questa pagina per vedere quando escono i bandi o inviaci ora la tua disponibilità all’indirizzo action@amnesty.it.

Tutti i bandi per il volontariato 2.0 fanno riferimento a collaborazioni di tipo volontario, quindi non retribuite.

Dato l’alto numero di candidature, riceverano risposta entro un mese dalla chiusura del bando solo quelle selezionate in quanto maggiormente in linea con i requisiti indicati. 

Per quanto riguarda le candidature spontanee non collegate a bandi attivi di volontariato 2.0 non verranno prese in considerazione quelle relative ad attività di tipo umanitario, di assistenza diretta, di mediazione culturale, di animazione di bambini e ragazzi e di volontariato per campi all’estero. Queste attività infatti non  rientrano nella mission di Amnesty International.  

Non verranno nemmeno prese in considerazione cadidature spontanee per posizione lavorative inoltrate all’indirizzo action@amnesty.it