Coraggio - Amnesty International Italia

Coraggio

13 luglio 2017

Tempo di lettura stimato: 2'

di Guadalupe Marengo

Il 10 maggio, una coraggiosa donna messicana, attivista per i diritti umani e mamma, Miriam Rodríguez, è stata uccisa con 12 colpi d’arma da fuoco nella sua casa a Tamaulipas, nel nord del Messico. Si era impegnata senza sosta per portare davanti alla giustizia i responsabili del rapimento e dell’uccisione di sua glia Karen, di 14 anni, ed era diventata una leader del movimento per la ricerca degli altri scomparsi nel paese. La sua uccisione violenta dimostra che i difensori dei diritti umani in tutto il mondo stanno affrontando un allarmante incremento degli attacchi nei loro confronti.

Negli stessi giorni abbiamo visto come gli attivisti Lgbti russi abbiano cercato di consegnare una petizione in supporto agli omosessuali che in Cecenia sono stati brevemente incarcerati e abbiamo saputo dell’isolamento imposto a Ahmed Mansoor, che lotta contro le violazioni dei diritti umani nel suo paese, gli Emirati Arabi Uniti.

Giornalisti e mezzi d’informazione indipendenti hanno subito nuovi attacchi in paesi come Madagascar, Turchia e Tunisia, proprio mentre ricorreva la Giornata mondiale per la libertà di stampa, il 3 maggio.

Tutte queste notizie mi hanno confermato che, ora più che mai, abbiamo bisogno di persone coraggiose che si oppongano all’ingiustizia e a coloro che minacciano i diritti umani. Questo è il contesto in cui Amnesty International ha deciso di lanciare la campagna globale “Coraggio”.

ACCEDI ALL’AREA RISERVATA

REGISTRATI