Gruppo di lavoro task force hate speech - Amnesty International Italia

Gruppo di lavoro task force hate speech

 

I discorsi d’odio online, amplificati dai social network, sono la nuova linea di confine per chi si attiva e combatte in difesa dei diritti umani.

Un nuovo attivismo digitale, consapevole, determinato e organizzato è necessario per contrastare con equilibrio, fermezza e competenza e difendere le vittime (dirette e indirette) di questa nuova ondata di violenza verbale e odio.

 

Cos’è la Task force hate speech

Per contrastare chi cerca ogni giorno di più di legittimare online comportamenti discriminatori, violenti e antisociali, dal 2016 una squadra composta da 15 attivisti ha avviato un percorso di formazione e azione che ha prodotto oltre 100 attivazioni.

Migrazione, islamofobia, minoranze etniche, questioni di genere e LGBTI sono stati gli argomenti che abbiamo individuato come i “temi caldi” su cui attivare il nostro lavoro di monitoraggio e risposta. Terreno d’azione principale sono stati i forum e le sezioni di commenti dei quotidiani online e i loro profili social.

 

La nostra formazione

Per garantire un intervento efficace, offriamo ai nostri attivisti una formazione gratuita. I moduli formativi sono:

  1. studio delle basi giuridiche dell’ordinamento italiano in materia di hate speech ed hate crimes;
  2. analisi ed approfondimento delle tematiche: migrazione, islamofobia, minoranze etniche, questioni di genere e LGBTI;
  3. comunicazione alla pace e gestione del conflitto.