prova bilancio - Amnesty International Italia

prova bilancio

 


A livello mondiale, nel 2018, abbiamo assistito ad una profonda recessione del principio di uguaglianza, pietra angolare delle norme sui diritti umani e alla demonizzazione delle comunità già emarginate e vulnerabili.

Anche in Italia abbiamo visto crescere un’ondata di “disumanità”. Nell’estate del 2018 è andata in scena la politica del “no agli sbarchi”, espressione di un orientamento di chiusura nei confronti di chi fugge dalla fame e dalle persecuzioni. Una politica che ha prodotto arbitrio e illegalità, che vede crescere la discriminazione, il razzismo sempre più violento, la repressione dei diritti delle donne, dei migranti e delle minoranze.

La tentazione è di maledire l’oscurità dei tempi. La nostra storia ci insegna però che è meglio accendere una candela. Ed è quello che abbiamo fatto nel 2018 – anno in cui la Dichiarazione universale dei diritti umani ha compiuto 70 anni – e che continueremo a fare, insieme agli attivisti e alle attiviste di tutto il mondo.

 

Bilancio sociale 2018: fatti e cifre

 

La preoccupante deriva politica e culturale che ha interessato la società italiana negli ultimi anni non ci ha trovato impreparati. Nel 2018 abbiamo continuato ad orientare la nostra azione su tre obiettivi ben precisi: fermare l’odio e la paura, mobilitarci, continuare a crescere.

Nel 2018 abbiamo condotto 10 campagne per sensibilizzare gli italiani sui differenti temi collegati ai diritti umani nel mondo. Sono stati pubblicati 70 appelli e condotte 93 azioni di lobby.

Oltre 324mila persone (+72% vs 2017) con le loro 876 mila firme (+53& vs 2017) hanno dato sostegno e preso a cuore le vittime delle violazioni.

Grazie a 79.362 tra soci e sostenitori (+7% vs 2017), abbiamo raccolto 11,2 milioni di euro (+25% rispetto al 2017) e aumentato così il nostro contributo a campagne e azioni in difesa dei diritti umani in Italia e nel mondo.

I numeri del 2018 Come spendiamo i fondi raccolti Grazie Amnesty Dicono di noi Sfoglia il bilancio Bilancio di esercizio Finanziamenti pubblici Tutti i nostri bilanci

 

Torna su

 

Un anno di diritti umani in numeri

I numeri di Amnesty International Italia

  • 324.144 persone (+72% vs 2017) hanno sostenuto le nostre campagne
  • 876.484 firme raccolte (+53% vs 2017)
  • 1.717 attivisti
  • 61.355 persone coinvolte in attività di educazione e formazione ai diritti umani (di cui 80% studenti)
  • 79.362 soci e donatori (+7% vs 2017)
  • 11,2 milioni di fondi raccolti (+25% vs 2017)

Le risorse economiche

Nel 2018 le nostre entrate i fondi raccolti hanno raggiunto la cifra record di 11,2 milioni di euro, in aumento del 25% rispetto all’anno precedente. Il 91,6% di queste provengono da singoli individui, mentre le entrate da enti pubblici hanno rappresentato l’1,3% e quelle da aziende solo lo 0,3%.

Di 10,2 milioni di costi complessivi circa 6,1 milioni sono serviti nel 2018 per il nostro lavoro in difesa dei diritti umani e la crescita,

Un altro 23% è servito a sostenere il nostro movimento internazionale. Il resto dei fondi è stato investito per progetti e attività dell’ambito operativo della programmazione, per attività dell’ambito “governance e per i costi di supporto generale necessari al generico svolgimento del lavoro dell’Associazione, come la sede, le utenze, le apparecchiature, gli oneri tecnici di bilancio, ecc..

I numeri del 2018 Come spendiamo i fondi raccolti Grazie Amnesty Dicono di noi Sfoglia il bilancio Bilancio di esercizio Finanziamenti pubblici Tutti i nostri bilanci

 

Torna su

Come spendiamo i fondi raccolti: il nostro lavoro per i diritti umani

Il 2018 è stato un anno difficile. Nel mondo, in Europa, in Italia i diritti sono stati sotto attacco. Ma per donne, migranti, difensori dei diritti umani, comunità LGBTQ sui diritti non si torna indietro!


Le campagne 2018


Grazie Amnesty


Dicono di noi

I numeri del 2018 Come spendiamo i fondi raccolti Grazie Amnesty Dicono di noi Sfoglia il bilancio Bilancio di esercizio Finanziamenti pubblici Tutti i nostri bilanci

 

Torna su

Sfoglia il bilancio

I numeri del 2018 Come spendiamo i fondi raccolti Grazie Amnesty Dicono di noi Sfoglia il bilancio Bilancio di esercizio Finanziamenti pubblici Tutti i nostri bilanci

 

Torna su

Bilancio di esercizio

In questa sezione sono pubblicati i documenti di bilancio di Amnesty International Italia nell’anno 2018.

Il bilancio

Il Bilancio di Amnesty International Sezione Italiana Onlus corrisponde alle risultanze delle scritture contabili regolarmente tenute ed è redatto secondo le “Linee guida e schemi per la redazione dei bilanci di esercizio degli Enti non Profit” emesse dall’Agenzia per le Onlus, integrate ove ritenuto opportuno dai Principi Contabili Nazionali.

Scarica ora

La nota integrativa

La nota integrativa è parte integrante del bilancio con lo scopo di fornire ulteriori informazioni quantitative e descrittive, completando i dati dei prospetti contabili dello Stato patrimoniale e del Conto economico.

 

 

Scarica ora

Relazione sulla gestione

La relazione sulla gestione costituisce uno dei principali documenti allegati al bilancio, il cui scopo è fornire, attraverso informazioni finanziarie e non, una visione globale che consenta al lettore del bilancio di comprendere la situazione e l’andamento della gestione, in chiave attuale e prospettica.

Scarica ora

 

Relazione di sindaci e revisori

Le relazioni dei sindaci e dei revisori esprimono ai soci ed ai terzi i contenuti espressi dai sindaci e dai revisori in merito a quanto il bilancio è veritiero e rappresenta la reale situazione economica e finanziaria.

 

Report per i centri di costo 2017

Il report per centri di costo offre una rappresentazione economica delle strategie operative attuate da Amnesty International Italia nel corso del 2017 per il perseguimento della propria mission e dà conto dell’allocazione delle risorse impiegate per realizzare i risultati ad essa legati. Per maggiori dettagli rispetto alle attività e strategie operative dell’associazione nell’anno 2017 si veda il documento Bilancio Sociale 2017.

I numeri del 2018 Come spendiamo i fondi raccolti Grazie Amnesty Dicono di noi Sfoglia il bilancio Bilancio di esercizio Finanziamenti pubblici Tutti i nostri bilanci

 

Torna su

Contributi da parte della pubblica amministrazione

La nuova legge 124/2017 in tema di trasparenza e pubblicità prevede che, entro il 28 febbraio di ogni anno, associazioni, Onlus e fondazioni che intrattengono rapporti economici con le pubbliche amministrazioni diano adeguata forma di pubblicità dei contributi ricevuti nell’esercizio finanziario precedente.

Amnesty International Sezione Italiana (C.F. 03031110582), in qualità di soggetto ricevente, pubblica nelle tabelle riepilogative sottostanti i contributi ricevuti nel 2018, ivi incluso l’incasso del 5per1000.

Il rapporto tra arte e diritti umani produce consapevolezza, moltiplica le relazioni, crea ulteriori occasioni di lavoro.

I numeri del 2018 Come spendiamo i fondi raccolti Grazie Amnesty Dicono di noi Sfoglia il bilancio Bilancio di esercizio Finanziamenti pubblici Tutti i nostri bilanci

 

Torna su

Tutti i nostri bilanci

 

Torna su