8 aprile - Roma: 'Dove abitano i diritti umani? I rom e il diritto a un alloggio adeguato' - Amnesty International Italia

8 aprile – Roma: ‘Dove abitano i diritti umani? I rom e il diritto a un alloggio adeguato’

6 aprile 2011

Tempo di lettura stimato: 3'

Garantire i diritti dei rom vuol dire anzitutto concedere loro sistemazioni alloggiative adeguate, abbandonando finalmente la logica – tutta italiana – dei campi e dei ‘villaggi attrezzati’. L’accesso a un alloggio adeguato è un diritto fondamentale riconosciuto a ogni persona: è questo il tema che la Sezione Italiana di Amnesty International e Associazione 21 luglio hanno scelto di mettere in rilievo in occasione della Giornata internazionale dei rom, che si celebra venerdì 8 aprile 2011.

Per l’occasione, a partire dalle ore 16, presso la Facoltà di Scienze Sociali della Pontificia Università Gregoriana (Palazzo Frascara, Piazza della Pilotta 3, Roma), si svolgerà la tavola rotonda ‘Dove abitano i diritti umani? I rom e il diritto a un alloggio adeguato‘.

Secondo le due organizzazioni impegnate per la tutela dei diritti umani, è urgente esortare le autorità competenti a migliorare le proprie politiche abitative nei confronti dei rom. Le politiche basate sul concetto di ‘piani di emergenza nomadi’ spianano la strada agli sgomberi forzati e violano i diritti umani di donne, uomini e bambini rom, offrendo come unica soluzione alloggiativa quella della segregazione nei cosiddetti ‘villaggi attrezzati’, ovvero nei campi situati nelle estreme periferie delle città, lontani dai servizi e, dunque, dall’integrazione.

Alla tavola rotonda interverranno diversi esperti del settore, tra cui Jezerca Tigani del Segretariato Internazionale di Amnesty International, Carlo Stasolla dell’Associazione 21 luglio, Marco Brazzoduro, docente di Politica Sociale presso l’Università La Sapienza di Roma, Roberto De Angelis, docente di Sociologia Urbana presso l’Università La Sapienza, Francesco Careri, ricercatore di Architettura presso l’Università di Roma ‘Roma Tre’, lldiko Orsos, esperta in Pedagogia Sociale dell’Associazione 21 luglio.

A conclusione dei lavori sarà proiettato ‘Io, la mia famiglia rom e Woody Allen‘, il documentario italiano più premiato nel 2010, in cui la giovane regista Laura Halilovic racconta, attraverso la sua telecamera, i momenti cruciali del passaggio dalla sua vita in un campo rom a quella in una casa in un quartiere popolare della periferia di Torino.

Ufficio Stampa Associazione 21 luglio
3498049308 – e-mail: ass.21luglio@gmail.com

Ufficio Stampa Amnesty International Italia
Tel. 06 4490224 – cell. 348-6974361, e-mail: press@amnesty.it

Approfondisci il tema dei diritti dei rom in Europa