L’organizzazione - Amnesty International Italia

L’organizzazione

Il movimento globale di attivisti, soci e sostenitori di Amnesty International ha nel Consiglio internazionale (International Council Meeting – Icm) il suo massimo organo decisionale. Ogni due anni riunisce i delegati, in maggioranza volontari, delle sezioni nazionali. L’Icm adotta le linee strategiche plueriennali internazionali ed elegge il Board Internazionale (International Board), il principale organo di governo, composto da nove volontari con un mandato di quattro anni.

Il nostro ufficio centrale è situato a Londra. Coordina gran parte del lavoro di ricerca sulle violazioni dei diritti umani nel mondo, stabilisce le grandi campagne e azioni prioritarie su cui lavorano le sezioni nazionali in modo coordinato, per avere un impatto maggiore.
A capo di questa struttura vi è il Segretario generale, responsabile della conduzione quotidiana degli affari del movimento nonché primo portavoce di Amnesty International nel mondo. Dal 2010 il Segretario generale è Salil Shetty.


La sezione italiana


Il socio è un donatore continuativo che sceglie di far parte dell’organizzazione in modo più attivo rispetto a quello di un semplice sostenitore: vota in assemblea e può entrare a far parte di un gruppo territoriale come attivista. Della sua donazione, 35 euro annuali non sono deducibili in quanto sono la quota di iscrizione ad Amnesty.

Come diventare socio

Per diventare ora socio di Amnesty International:

Versa la quota associativa di 35 euro (se hai più di 25 anni)

Versa la quota associativa di 20 euro (se hai meno di 25 anni)

La Sezione Italiana, che conta quasi 70.000 tra soci e sostenitori, ha il compito di coordinare il lavoro degli iscritti e dei sostenitori di Amnesty nel nostro Paese. Oltre a ciò, intraprende azioni di sensibilizzazione, promozione, educazione ai diritti umani, campaigning, lobby nei confronti delle istituzioni e raccolta fondi.

Il comitato direttivo, i coordinamenti, le circoscrizioni e i gruppi

Per garantire una gestione democratica, una raccolta rapida delle informazioni e una presenza capillare sul territorio, la sezione si è dotata di una serie di organi:

      • Il Comitato direttivo: eletto ogni due anni dall’Assemblea dei soci ha il compito di dirigere le attività della sezione;
      • I Coordinamenti: gruppi specializzati di attivisti e volontari che svolgono un importante ruolo di collegamento con i ricercatori del Segretariato Internazionale grazie alle loro conoscenze e competenze approfondite su paesi o temi di cui si occupano.
      • Le Circoscrizioni: operano a livello regionale e hanno il compito di raccordare l’attività dei Gruppi locali con le linee strategiche d’azione formulate dal Comitato Direttivo e dal Consiglio dei Responsabili Circoscrizionali.
      • I Gruppi: diffusi in tutto il territorio nazionale, si riuniscono regolarmente per portare avanti l’impegno dell’associazione.

 

Continua a leggere

Direzione e presidenza

Comitato direttivo