Alle frontiere dell'Europa - Amnesty International Italia

Alle frontiere dell’Europa

11 luglio 2012

Tempo di lettura stimato: 2'

Alle frontiere dell’Europa- Fatti e cifre

18.000 uomini, donne e bambini sono morti lungo le frontiere europee dal 1988, secondo quanto riportato dagli organi di stampa.

1500  sono le persone annegate o di cui si sono perse le tracce nel 2011, mentre tentavano di attraversare il Mediterraneo per raggiungere l’Europa, dopo che le rivolte hanno scosso diversi paesi dell’Africa del Nord e del Medio Oriente.

900.000 persone sono fuggite dalla Libia durante il conflitto del 2011, principalmente verso i vicini Tunisia ed Egitto.

58.000 migranti irregolari, richiedenti asilo e rifugiati sono riusciti a raggiungere le coste europee nel 2011. Di questi, 28.000 erano tunisini, quasi tutti sbarcati sull’isola di Lampedusa. Questi dati sono molto lontani dalla minaccia di oltre un milione di rifugiati ‘che si sarebbero riversati in Europa’ attraversando il Mediterraneo.

301.000 persone hanno fatto richiesta di asilo in 27 paesi dell’Unione europea nel 2011. La popolazione del campo rifugiati di Dadaab, in Kenya, è di 463.000 persone.

14 per cento di tutti i rifugiati del mondo vive nei paesi dell’Unione europea. Ossia meno di 1,4 milioni. Il Pakistan  da solo ospita oltre 1,9 milioni di rifugiati.

 

 Firma l’appello. ‘L’Italia deve mettere da parte gli accordi con la Libia sul controllo dell’immigrazione’

 

S.O.S. EUROPE – IL COSTO UMANO DEL CONTROLLO DELL’IMMIGRAZIONE

Dal 14 al 21 luglio, Lampedusa ospiterà il campeggio internazionale per i diritti umani, un’esperienza unica di formazione, attivismo e solidarietà: segui la diretta!