Amnesty International partecipa alla quarta edizione di 'Overtime' - Amnesty International Italia

Amnesty International partecipa alla quarta edizione di ‘Overtime’

7 ottobre 2014

Tempo di lettura stimato: 4'

Si apre l’8 ottobre a Macerata la quarta edizione dell’Overtime, il festival del racconto e dell’etica sportiva. Anche quest’anno la città marchigiana diventa per qualche giorno la capitale dello sport italiano, e il cuore del romanzo sportivo: cinque giorni dedicati ad incontri, mostre, proiezioni cinematografiche per conoscere storie di agonismo e passione sportiva.

Una manifestazione, organizzata dalla Pindaro Eventi, alla quale si associano il Comune di Macerata, l’Università di Macerata, RaiSport, associazioni nazionali, capitanate da Amnesty International, e realtà locali,  come ‘Progetto Stammi Bene’ e Progetto ‘In Area’. Un modo per tenere alta l’attenzione sui valori dello sport, e celebrare le mille sfaccettature di chi lo sport lo pratica, ma anche chi ne scrive, chi ne ha fatto il proprio lavoro, e chi lo segue e basta, con tanta passione, trasporto e partecipazione.

Ad Overtime troveranno spazio tutte le forme di racconto e di arte, e gran parte degli sport, dai motori al ciclismo, dal calcio alle arti marziali, senza dimenticare pallavolo, nuoto, rugby, tennis. Anche grazie a personaggi che lo sport l’hanno praticato e lo praticano con successo. Campioni di ieri e di oggi, come Nicola Pietrangeli, icona del tennis italiano, e la nuotatrice Aurora Ponselè, medaglia di bronzo nella dieci chilometri ai recenti Europei di Berlino.

L’obiettivo di Overtime è accomunare lo sport a qualunque tipo di percorso culturale, dove si incontrano creatività e passione soprattutto all’insegna del ‘made in Italy’. Al festival si parlerà anche di sport e alimentazione, in collaborazione con Tipicità, il Festival di prodotti tipici enogastronomici diventato  punto di riferimento per la Regione Marche ad Expo 2015. E con il concorso enogastronomico ‘Fuoriclasse’ a cui aderiscono 20 locali di Macerata che si sfideranno a colpi di pietanze e prelibatezze.

Ci sarà anche uno spazio dedicato alla street art, con installazioni e pittura ‘on the road’ a cura di ‘Punto Temporary Gallery’ e ai fumetti, grazie alla consolidata partnership con Scuola internazionale di Comics, e con la mostra da Astorina dal titolo  ‘Eva Kant e lo Sport’ in cui verranno allestite tavole che ripercorrono in ‘chiave sportiva’ gli albi di Eva Kant e Diabolik.

Molto interessante la scena sperimentale, con laboratori di scrittura creativa per le suole con Lorenzo Vargas, scrittore marchigiano protagonista di Masterpiece, esposizioni di moto a cura di Harley Davidson Civitanova e tanti eventi sportivi tra cui esibizioni di danza acrobatica con Virtus Acrobatic Team, incontri di pugilato e di Muay Tahi con il maestro Nacchia nelle piazze del centro storico di Macerata.
Ad attraversare il Festival, durante le giornate, il concorso per documentari e cortometraggi, che verranno proiettati alla Biblioteca Mozzi Borgetti, dove si terrà la premiazione venerdì 10 ottobre alle 21.

In particolare, verranno ricordati campioni dello sport come Agostino Di Bartolomei e Pietro Mennea (ricordato con Franco Bragagna e lo storico fisioterapista e preparatore azzurro Nazareno Rocchetti), e verrà data molta attenzione a temi sociali, grazie al film ‘ISLAM/WOMEN EMANCIPATION VIA SPORT ‘, che racconta di donne musulmane che hanno trovato riscatto attraverso lo sport.

Per maggiori informazioni sul festival http://overtimefestival.it/