Aumentano gli sgomberi forzati in Cisgiordania - Amnesty International Italia

Aumentano gli sgomberi forzati in Cisgiordania

2 luglio 2010

Tempo di lettura stimato: 2'

Israele: in aumento gli sgomberi forzati di palestinesi in Cisgiordania

(2 luglio 2010)

Amnesty International ha chiesto alle autorità israeliane di porre fine agli sgomberi forzati in Cisgiordania dopo le recenti ordinanze di demolizione da parte dell’esercito nei confronti di palestinesi nella area settentrionale della valle del Giordano. Diciassette famiglie sono a rischio di sgombero forzato.

Il 24 giugno, ufficiali dell’esercito israeliano, accompagnati da soldati, hanno notificato ordinanze di sgombero a due famiglie del villaggio di ‘Ein al-Hilwe. Tre giorni dopo, medesime ordinanze sono state consegnate dalle autorità militari a oltre 15 famiglie nella vicina area di al-Farisiya che, secondo l’agenzia di stampa palestinese Ma’an News, si troverebbe in una ‘zona militare chiusa’.

Queste ordinanze di sgombero sono solo un esempio di come il diritto a un alloggio adeguato dei palestinesi sia violato. Amnesty International sollecita le autorità ad annullare immediatamente tutte le ordinanze di sgombero e di demolizione in Cisgiordania.