Avvocato cinese per i diritti umani condannato a quattro anni e mezzo - Amnesty International Italia

Avvocato cinese per i diritti umani condannato a quattro anni e mezzo

28 gennaio 2019

Tempo di lettura stimato: 1'

Il 28 gennaio il tribunale di Tianjin ha condannato l’avvocato cinese per i diritti umani Wang Quanzhang a quattro anni e mezzo di carcere per “sovversione dei poteri dello stato”.

Wang Quanzhang era rimasto l’ultimo degli oltre 250 avvocati e attivisti per i diritti umani arrestati nel 2015 ad attendere un verdetto.

La condanna di Wang Quanzhang è arrivata dopo oltre tre anni di detenzione preventiva. Dal giorno dell’arresto, il 3 agosto 2015, al luglio 2018 la famiglia non aveva più avuto sue notizie.

Prima dell’arresto, Wang Quanzhang aveva preso le difese di esponenti del Movimento dei nuovi cittadini, un’organizzazione di base per la trasparenza e la fine della corruzione, e si era occupato di libertà religiosa.

Per Amnesty International Wang Quanzhang è un prigioniero di coscienza che dev’essere rilasciato immediatamente e senza condizioni.