Bielorussia, repressione ancora più spietata: oltre 1000 arresti di manifestanti pacifici in una sola giornata - Amnesty International Italia

Bielorussia, repressione ancora più spietata: oltre 1000 arresti di manifestanti pacifici in una sola giornata

9 Novembre 2020

Tempo di lettura stimato: 2'

Secondo il gruppo per i diritti umani “Viasna”, l’8 novembre – quattordicesima domenica consecutiva di proteste – le forze di sicurezza della Bielorussia hanno arrestato almeno 1053 manifestanti pacifici nella capitale Minsk e in altre città del paese. L’Associazione dei giornalisti della Bielorussia ha segnalato inoltre l’arresto di almeno nove colleghi.

A Minsk la polizia ha impedito la formazione di una singola colonna di manifestanti. Questi sono stati separati in gruppi in modo che fosse più facile inseguirli e arrestarli. Gli arresti sono proseguiti anche ore dopo che la manifestazione era terminata. Secondo le immagini visionate e le testimonianze raccolte da Amnesty International, gli agenti hanno usato indiscriminatamente la forza e picchiato manifestanti e persone che si stavano limitando a osservare le proteste.

Per centinaia delle persone arrestate l’8 novembre si prospettano 15 giorni di detenzione amministrativa. Questa sanzione può essere rinnovata più volte per trasformarsi in un lungo periodo di carcere.