Bosnia ed erzegovina, 25 anni fa il genocidio di Srebrenica - Amnesty International Italia

Bosnia ed erzegovina, 25 anni fa il genocidio di Srebrenica

10 Luglio 2020

Tempo di lettura stimato: 3'

Bosnia ed erzegovina, 25 anni fa il genocidio di Srebrenica. Amnesty International: “Un cupo allarme che ci arriva dalla storia”

L’11 luglio 1995 oltre 8000 (secondo i dati ufficiali, mentre altre fonti parlano di 10.701) giovani e adulti musulmani vennero uccisi a Srebrenica, in quella che le Nazioni Unite avevano designato come “zona protetta” e nonostante la presenza dei caschi blu.

Mentre il mondo si appresta a commemorare coloro che persero la vita 25 anni fa e a mostrare solidarietà a chi sopravvisse è del tutto inaccettabile che le famiglie di oltre un migliaio di vittime siano ancora alla ricerca dei loro resti. La verità sulla sorte dei loro cari, seppelliti chissà dove un quarto di secolo fa, rende assai difficile trovare pace o qualche forma di conforto“, ha dichiarato Jelena Sesar, ricercatrice di Amnesty International sui Balcani.

Questo cupo anniversario segna anche 25 anni di lotta per ottenere giustizia, verità e riparazione per le persone sopravvissute, comprese coloro che subirono stupri di guerra e violenza sessuale. Mentre molti responsabili, come Ratko Mladic e Radovan Karadzic, sono stati assicurati alla giustizia, i sopravvissuti continuano a trovarsi di fronte ostacoli insormontabili per ottenere verità, giustizia e rimedio giudiziario per la loro sofferenza“, ha proseguito Sesar.

Srebrenica ci ricorda che nessuna società è immune dal più grave dei crimini. Il genocidio non è una cosa che si verifica improvvisamente. A precedere la violenza sono anni di populismo pregno d’odio che sfrutta le divisioni nella società, rafforzato da campagne di disinformazione e di propaganda. Per apprendere davvero la lezione di Srebrenica e rendere vere le parole ‘mai più’, iniziamo con l’affrontare i discorsi d’odio e la discriminazione in tutte le sue forme“, ha concluso Sesar.

Ulteriori informazioni

L’11 luglio è stato proclamato dall’Unione europea la giornata ufficiale del ricordo delle vittime del genocidio di Srebrenica.