30 anni di carcere a ex capo di un gruppo armato congolese

Corte penale internazionale, 30 anni di carcere a ex capo di un gruppo armato congolese

7 novembre 2019

AFP/Getty Images

Tempo di lettura stimato: 1'

Il 7 novembre la Corte penale internazionale ha condannato a 30 anni di carcere Bosco Ntaganda, l’ex capo di un gruppo ribelle della Repubblica Democratica del Congo, tristemente noto come “Terminator”.

Si tratta della sentenza più dura emessa finora dal massimo organo di giustizia internazionale.

Ruandese, 46 anni, Ntaganda si era consegnato volontariamente alla giustizia nel 2013.

A luglio era stato giudicato colpevole di crimini di guerra – tra cui omicidio, stupro e riduzione in schiavitù sessuale – commessi tra il 2002 e il 2003 nella regione dell’Ituri, nell’est della Repubblica Democratica del Congo.

Le buone notizie di Amnesty International Italia sono anche su Pressenza.