Caso Abu Omar: concessa la grazia all'ex agente Cia de Sousa

Caso Abu Omar: concessa la grazia parziale all’ex agente Cia de Sousa

2 marzo 2017

Osama Hassan Mustafa Nasr, conosciuto come Abu Omar (AP Photo/Nasser Nasser)

Tempo di lettura stimato: 2'

La decisione del presidente Mattarella di concedere la grazia parziale all’ex agente della Cia Sabrina de Sousa ha avuto come effetto la revoca dell’ordine di esecuzione della condanna – già ridotta a seguito di indulto – emessa nei suoi confronti per il sequestro avvenuto a Milano nel 2003 dell’ex imam Abu Omar.

A seguito di quattro provvedimenti di grazia da parte dei presidenti Mattarella e Napolitano a beneficio di cittadini statunitensi e dell’applicazione del segreto di stato, che ha impedito di accertare le responsabilità di dirigenti e funzionari dei servizi italiani, la vicenda si è conclusa con l’impunità di tutti.

In un comunicato stampa abbiamo ricordato che il caso ha visto la collaborazione di apparati statali degli Stati Uniti e dell’Italia nel sequestro e nella consegna all’Egitto – paese noto già allora per la pratica diffusa della tortura – di Abu Omar, in uno dei rari casi di “rendition” in Europa in cui i fatti sono stati accertati e la giustizia avrebbe potuto fare il suo corso.