Cinema e diritti umani: 'The look of silence' di Joshua Oppenheimer - Amnesty International Italia

Cinema e diritti umani: ‘The look of silence’ di Joshua Oppenheimer

19 gennaio 2016

Tempo di lettura stimato: 3'

Il 25 gennaio a Bologna e il 26 gennaio a Milano e Roma torna a Sala Bio ‘The look of silence’, il documentario di Joshua Oppenheimer, candidato agli Oscar 2016 come Miglior Documentario.

Dopo ‘The Act of killing’, in cui parlano i responsabili, il pluripremiato documentarista statunitense torna a occuparsi del genocidio indonesiano (tra il 1965 e il 1966, dopo il colpo di stato del generale Suharto, gruppi para-militari sostenuti dal governo massacrarono oltre un milione di persone tra militanti del Partito comunista, minoranze etniche e altri oppositori politici) dal punto di vista delle vittime.

Le proiezioni saranno precedute da un intervento di un rappresentante di Amnesty International Italia:

Lunedì 25 gennaio, ore 21.15: Bologna – Cinema Odeon – Via Mascarella, 3
Martedì 26 gennaio, ore 20.00: Milano – Cinema Colosseo – Viale Monte Nero, 84
Martedì 26 gennaio, ore 21.00: Roma – Cinema Adriano – Piazza Cavour, 22/B

I soci, attivisti e simpatizzanti di Amnesty International Italia potranno prenotare un biglietto a prezzo ridotto (a Bologna 5€ anziché 7€; a Milano 5€ anziché 9€ e a Roma 4€ anziché 8,50€) attraverso il link http://www.biografilm.it/silence – e il codice partner TL25AM.

Sarà sufficiente cliccare sul link, scegliere la città dal menu a tendina, compilare il form (nome, cognome, indirizzo mail) e inserire il codice partner TL25AM. Attraverso una mail di conferma di avvenuta prenotazione, si potrà acquistare il loro biglietto ridotto direttamente alle casse del cinema.

Sinossi
Indonesia: tra il 1965 e il 1966 il generale Suharto prende il potere e dà il via a una delle più sanguinose epurazioni della Storia. Con la complicità e il supporto dell’esercito indonesiano, gruppi para-militari massacrano oltre un milione di persone, tra comunisti, minoranze etniche e oppositori politici.Nato nel 1968, Adi non ha mai conosciuto suo fratello, mutilato e ucciso barbaramente da alcuni membri del Komando Aksi nell’eccidio del Silk River. Il regista Joshua Oppenheimer, che già aveva rotto il silenzio sul genocidio indonesiano con il suo acclamato The Act of Killing scioccando pubblico e critica di tutto il mondo, porta Adi a incontrare e confrontarsi con i responsabili di quell’atroce delitto, in un percorso che ha come obiettivo quello di tutti i grandi viaggi: la ricerca e l’affermazione della verità.