Stato d’emergenza in Etiopia, una decisione irresponsabile - Amnesty International Italia

Stato d’emergenza in Etiopia, una decisione irresponsabile

2 marzo 2018

Tempo di lettura stimato: 1'

Salil Shetty, segretario generale di Amnesty International, ha definito “deludente e irresponsabile” la decisione con cui il 2 marzo il parlamento dell’Etiopia ha approvato la dichiarazione dello stato d’emergenza.

Invece di prestare ascolto a rivendicazioni legittime, i parlamentari etiopi hanno preferito limitare le libertà fondamentali. In un periodo di forti tensioni e proteste, ci vorrebbe maggiore e non minore rispetto per i diritti umani“, ha dichiarato Shetty.

Durante l’ultimo stato d’emergenza abbiamo denunciato tutta una serie di gravi violazioni dei diritti umani: uccisioni illegali, sfollamenti forzati, arresti arbitrari, detenzioni altrettanto arbitrarie, maltrattamenti e torture. Alcune parti della dichiarazione dello stato d’emergenza ora in vigore non sono minimamente in linea coi principi internazionali relativi ai diritti umani“, ha concluso Shetty.