Diritti Lgbti in tour - Amnesty International Italia

Diritti Lgbti in tour

19 giugno 2013

Tempo di lettura stimato: 9'

Amnesty International Italia sarà a Palermo dal 14 al 23 giugno per il Pride nazionale 2013, l’appuntamento nazionale del movimento di persone Lesbiche, gay, bisessuali, transgender e intersessuate. Dal 14 giugno, ci sarà uno stand al Pride Village, presso i Cantieri Culturali alla Zisa in Viale degli Asterischi, aperto dalle 17 fino a chiusura.
Il 22 giugno, giorno del Pride,  l’appuntamento è alle 16.00 al Foro Umberto I
. Sfila con noi dietro lo striscione ‘Liberi ed eguali in dignità e diritti’!

 

In occasione del Pride nazionale, che si terrà a Palermo il 22 giugno, nell’ambito delle attività della campagna ‘Per un’Europa senza discriminazione’, Amnesty International Italia ospita attivisti per i diritti delle persone lesbiche, gay, bisessuali, transgender e intersessuate (Lgbti) provenienti da Russia, Francia e Uganda.

Dal 10 al 22 giugno, saranno in Italia per un tour sui diritti umani, Anton Kuzmin dell’associazione russa Coming out, Giovanna Rincon Murillo, attivista transgender dell’associazione francese Acceptess-t, Kasha Jacqueline Nabagesera, attivista ugandese di Freedom & Roam Uganda e vincitrice del premio per i difensori dei diritti umani Martin Ennals e Mathieu Nocent dell’associazione francese Inter-Lgbti.

Durante il tour, gli ospiti prendono parte a diverse iniziative organizzate sul territorio nazionale e promuovono l’appello perché vi sia giustizia per Noxolo Nogwaza, attivista Lgbti sudafricana uccisa nel 2011 a causa del suo orientamento sessuale. Firma il nostro appello!

Programma del tour

11 giugno – Roma
– Università degli studi di Roma – La Sapienza, Facoltà di Scienze politiche, Sociologia, Comunicazione, ore 11:00, Conferenza ‘Liberi ed eguali in dignità e diritti. Omofobia e transfobia in Europa e in Italia’.
– Gay Center, via Zabaglia 14, ore 19:00 – Conferenza-dibattito sulla discriminazione sessuale e identità di genere in Europa.

12 giugno – Bologna
 – Centro Amilcar Cabral, Via San Mamolo 24,ore 18:30 – Tavola rotonda ‘Storie di lotta ed emancipazione nel movimento LGBTI, in Italia e nel mondo’
e a seguire reading di poesie e aperitivo.

13 giugno – Firenze
– Sala Leopoldine – Piazza Tasso, ore 21:00 – Conferenza ‘Un mondo senza discriminazioni. Lotta all’omofobia e liberta di espressione’

14 giugno – Mantova
– Arci Virgilio, Vicolo Ospitale 2/6, ore 21:30 – Incontro pubblico con proiezioni video

15 giugno – Milano
– Ostello Bello, (Via Medici, 4), ore 18:00 – Incontro pubblico e a seguire aperitivo

16 giugno – Saronno (Varese)
– Auditorium Aldo Moro (Viale Santuario), ore 16:00 – Incontro pubblico con proiezioni video

17 giugno – Reggio Emilia
-Circolo Arci Gardenia, Viale Regina Elena 14, ore 19:00 – Conferenza e a seguire aperitivo

18 giugno – Teramo
– Sala Polifunzionale della Provincia di Teramo, Via Vincenzo Comi 11, ore 17:00,  Convegno ‘Amare è un diritto umano. La lotta per il riconoscimento dei diritti umani delle persone Lgbti’
Scarica la locandina

21 giugno – Palermo
 – Pride Park, Centro sperimentale di cinematografia, Cantieri culturali alla Zisa di Palermo, dalle ore 15.00 – Convegno internazionale ‘I diritti umani delle persone Lgbti’.
Dalle 18:00 alle 20:30, sempre presso i Cantieri culturali alla Zisa ma alla Sala Gramsci, si terrà la Tavola rotonda ‘La marcia per l’affermazione dei diritti delle persone lesbiche, gay, bisessuali, transessuali e intersessuate a livello internazionale: i casi di Russia, Uganda, Francia e Italia’, organizzato in collaborazione con l’Avvocatura per i diritti Lgbti – Rete Lenford.

Gli ospiti

Anton Kuzmin

Nato nel 1986 a San Pietroburgo, Russia, ha studiato scienze umanitarie e ha conseguito il diploma specialistico in ingegneria biomedica presso l’Electrotechnical University di San Pietroburgo. Nel 2010 entra a far parte dell’United Methodist Church e, contemporaneamente, dell’associazione per la tutela dei diritti delle persone Lgbti Coming Out, con sede a San Pietroburgo. Dal 2011 lavora come coordinatore del gruppo di missione per l’Eurasia per la Chiesa Metodista dove coordina il Forum dei credenti Lgbti. Dal 2012 è impegnato, a titolo volontario, come coordinatore dei traduttori presso l’Associazione Coming out. Si interessa di dialogo interreligioso, opere di riconciliazione, cura pastorale dei credenti Lgbti e dei movimenti per i diritti umani.

Giovanna Rincon Murillo

È un’attivista transgender. Nata in Colombia, inizia a partecipare ai movimenti Lgbti nel suo paese negli anni 90. Nel 1993 emigra in Europa e trascorre 12 anni in Italia e otto in Francia. In Italia fa parte dell’associazione Diritti delle prostitute di Pordenone.

Ha un’esperienza di 23 anni, personale  e professionale nel campo formativo su Hiv/Aids; otto anni di esperienza nella mediazione sociale e sanitaria nell’ambito del progetto Fenarete in Francia. È stata per tre anni coordinatrice del programma Trans che vivono con Hiv/Aids e ha fatto parte del Corevih (Coordinamento regionale per la lotta contro Hiv/Aids) per la regione di Parigi. Attualmente fa parte della Commissione associativa di Sidaction a Parigi.

È, inoltre, direttrice di Acceptess-t, un’associazione francese che si occupa della tutela dei diritti delle persone transgender in Francia e che fa parte della federazione di associazioni Lgbti francese Inter-Lgbti.

Kasha Jacqueline Nabagesera

Attivista ugandese, fondatrice e direttrice esecutiva dell’organizzazione per i diritti Lgbti Freedom & Roam Uganda (Farug). Nel 2011 ha ricevuto il premio per i difensori dei diritti umani Martin Ennals, conferitole, secondo Amnesty International,  perché il premio ‘riconosce a Kasha il suo grande coraggio e impegno nel combattere la discriminazione e la violenza contro le persone Lgbti in Uganda’.

Mathieu Nocent

Dal 2008 attivista per i diritti Lgbti. Inizia il suo impegno seguendo le campagne per i diritti delle famiglie Lgbti presso l’Association des Parents et Futurs Parents Gays et Lesbiens – Apgl, la grande associazione di famiglie Lgbti in Francia.  Successivamente entra a far parte del comitato direttivo dell’associazione di cui è responsabile, ed è portavoce dell’organizzazione. Da settembre 2012, entra a far parte dell’associazione  Inter-Lgbti, con la carica di cosegretario dell’organo direttivo.

Inter-Lgbti è una federazione di 60 organizzazioni Lgbti non-profit, comitati affiliati a partiti politici e/o sindacati, che lotta contro le discriminazioni delle persone Lgbti e per l’uguaglianza dei diritti, per il diritto alla salute e al benessere delle persone Lgbti.

Tra le richieste dell’associazione, il diritto al matrimonio per le coppie dello stesso sesso, il riconoscimento giuridico di genitori dello stesso sesso, la promozione di un ambiente inclusivo nelle scuole e nei luoghi di lavoro, la promozione dei diritti delle persone transgender. Inter – Lgbti è tra le associazioni che, ogni anno, organizzano il Pride in Francia.

Azione di solidarietà con la comunità Lgbti sudafricana

Invia il tuo messaggio di solidarietà alla comunità Lgbti in Sudafrica contro i crimini di odio e l’omofobia /transfobia che si verifica nel paese. Scrivi il tuo messaggio su un nastro o cartoncino colorato (rosso, arancione, giallo, verde, blu e viola) che simboleggia i colori della bandiera Rainbow, Amnesty International farà recapitare il tuo messaggio alle associazioni Lgbti sudafricani che stanno organizzando i Pride di Ekurhuleni, Soweto e Limpopo.

Spedisci il tuo messaggio in via Giovanni Battista de Rossi 10, 00161, Roma all’attenzione di Fernando Chironda.