Il disco della 20esima edizione del festival “Voci per la libertà – Una canzone per Amnesty” vince la Targa Tenco - Amnesty International Italia

Il disco della 20esima edizione del festival “Voci per la libertà – Una canzone per Amnesty” vince la Targa Tenco

7 luglio 2018

Tempo di lettura stimato: 3'

Il disco della 20esima edizione del festival “Voci per la libertà – Una canzone per Amnesty” ha vinto la Targa Tenco nella categoria “Album collettivo a progetto”, una importante affermazione che arriva proprio alla vigilia della 21esima edizione.

L’album racchiude alcuni momenti musicali dell’edizione 2017 del festival.

All’interno del disco troviamo 15 brani, tra i quali quelli vincitori: “Ballata triste” di Nada, che si è aggiudicata il Premio Amnesty International Italia 2017 nella sezione Big, e “Crociera meraviglia” e “Tra l’altro” di Carlo Valente, che ha prevalso nel contest riservato agli artisti emergenti.

Troviamo poi tre degli ospiti delle serate del festival, Diodato, The Bastard Sons of Dioniso e Giovi, e gli altri artisti in concorso, a partire da Elisa Erin Bonomo, premio della critica, e dagli Amarcord, premio della giuria popolare fino ai finalisti Nevruz e Tukurù e ad una artista protagonista di Arte per la Libertà – il festival della creatività per i diritti umani, Anna Luppi.

Questo riconoscimento arriva a pochi giorni dalla nuova edizione di “Voci per la libertà”, che si terrà a Rosolina Mare – provincia di Rovigo – dal 19 al 22 luglio.

Brunori sas, vincitore del Premio Amnesty Italia 2018, sezione Big, sarà uno dei protagonisti di un programma ricco di eventi, che comprende anche ospiti come Enrico Ruggeri, Mirkoeilcane e la Med Free Orkestra e i semifinalisti del contest 2018.

Quattro giorni pieni di musica di qualità e di attenzione ai temi dei diritti umani. Qui trovate il programma completo. 

Per noi è un importantissimo riconoscimento dell’impegno artistico di vent’anni a fianco di Amnesty International Italia per promuovere la musica di qualità e i diritti umani. Un ulteriore stimolo per continuare in questa direzione”, ha dichiarato il direttore artistico del festival canoro Michele Lionello.