Ecuador, stato d'emergenza revocato ma necessarie indagini sulla repressione - Amnesty International Italia

Ecuador, stato d’emergenza revocato ma necessarie indagini sulla repressione

16 ottobre 2019

Tempo di lettura stimato: 1'

Amnesty International ha apprezzato la dichiarazione adottata il 15 ottobre dal Consiglio permanente dell’Organizzazione degli stati americani e ha invitato gli stati membri a sollecitare l’Ecuador affinché indaghi in modo rapido e imparziale sulle violazioni dei diritti umani commesse durante lo stato d’emergenza, in vigore dal 3 al 14 ottobre.

Durante quel periodo, come denunciato dall’ufficio del Difensore civico, le forze di sicurezza hanno ucciso otto manifestanti, ne hanno feriti 1340 e hanno effettuato 1192 arresti.

Sono stati segnalati numerosi casi di tortura, l’uso eccessivo della forza e l’impiego indiscriminato di gas lacrimogeni.