Ecuador, storica sentenza della Corte interamericana dei diritti umani per i popoli nativi - Amnesty International Italia

Ecuador, storica sentenza della Corte interamericana dei diritti umani per i popoli nativi

30 luglio 2012

Tempo di lettura stimato: 3'

La sentenza emessa dalla Corte interamericana dei diritti umani nel giudizio Sarayaku v. Ecuador, resa pubblica il 25 luglio, rappresenta una grande vittoria per i popoli nativi.

All’inizio dello scorso decennio, una compagnia petrolifera era stata autorizzata a introdursi nelle terre tradizionali dei sarayaku, senza informare questi ultimi.

La Corte ha stabilito che l’Ecuador ha violato il diritto della comunità sarayaku ad essere consultata, all’identità culturale e alla proprietà comune dei terreni in questione.

La Corte ha anche giudicato lo stato ecuadoriano responsabile di aver posto a rischio la vita e l’integrità fisica dei sarayaku, dopo che la compagnia petrolifera aveva collocato oltre 1400 chili di esplosivo nel loro territorio.

Questa sentenza, che avrà conseguenze positive in tutto il continente americano, rende chiaro che gli stati hanno l’obbligo di svolgere consultazioni ad hoc, prima di essere coinvolti in progetti di sviluppo che avranno un impatto sui popoli indigeni e sui loro diritti. Queste consultazioni, spiega la Corte, dovranno essere fatte in buona fede, secondo procedure culturalmente adeguate e con l’obiettivo di raggiungere un consenso. L’esplorazione o l’estrazione delle risorse naturali non può aver luogo a spese dei mezzi di sopravvivenza fisica e culturale dei popoli nativi sulle loro terre‘ – ha dichiarato Fernanda Doz Costa, ricercatrice sui diritti economici, sociali e culturali nelle Americhe di Amnesty International.

La sentenza è stata emessa in un momento delicato, in cui ai popoli nativi viene negato il diritto di essere coinvolti in decisioni che spesso hanno effetti devastanti per la loro stessa sopravvivenza. I governi di molti paesi americani continuano a progettare autostrade, oleodotti, dighe idroelettriche e miniere a cielo aperto nei pressi se non all’interno dei terreni nativi, spesso senza ottenere il loro consenso libero, preventivo e informato.

Amnesty International  e i sarayaku hanno realizzato il documentario ‘I discendenti del giaguaro’. Guarda il trailer in inglese

 

http://youtu.be/k8XMGTF95pM

 

Leggi il post ‘Ecuador, la lotta dei sarayaku per salvare la terra ferita dal petrolio