Egitto: giro di vite contro l'opposizione prima delle elezioni - Amnesty International Italia

Egitto: giro di vite contro l’opposizione prima delle elezioni

19 ottobre 2010

Tempo di lettura stimato: 1'

Amnesty International ha chiesto alle autorità egiziane di rilasciare immediatamente o incriminare per reati di accertata natura penale gli oltre 70 aderenti alla Fratellanza musulmana arrestati intorno alla metà di ottobre.

Dal 9 ottobre, quando il presidente della Fratellanza musulmana, Mohamed Badie’, ha dichiarato che il gruppo avrebbe presentato proprie candidature alle elezioni parlamentari egiziane del 29 novembre, sono state arrestate più di 150 persone. Di queste, la metà è stata rilasciata.

Tra le persone ancora detenute, ci sono sostenitori dei candidati dell’organizzazione e diversi leader regionali, compresi Mohamed Sweidan di Baheira, la cui detenzione è stata estesa lunedì 18 ottobre a 15 giorni, Mustafa al-Khouli e Essam al-Gharbawi.

Comunicato stampa ‘Dozens detained in egyptian pre-election crackdown on opposition’