Egitto, l'esercito rispetti i diritti dei manifestanti - Amnesty International Italia

Egitto, l’esercito rispetti i diritti dei manifestanti

2 febbraio 2011

Tempo di lettura stimato: 2'

Amnesty International ha sollecitato l’esercito egiziano a rispettare i diritti dei manifestanti e l’impegno assunto a non aprire il fuoco nei confronti di persone che prendono parte a proteste legittime e pacifiche.

L’organizzazione per i diritti umani ha poi chiesto alle autorità egiziane di ripristinare le connessioni Internet, dopo che l’ultimo server funzionante, Noor, era stato chiuso il 31 gennaio.

Queste giornate hanno dimostrato che è possibile organizzare manifestazioni di massa con o senza Internet, ma il libero flusso dell’informazione resta fondamentale per denunciare le violazioni dei diritti umani verificatesi nei giorni scorsi‘ – ha dichiarato Malcolm Smart, Direttore del Programma Medio Oriente e Africa del Nord di Amnesty International.