Ex agente Cia coinvolto nel rapimento di Abu Omar deve essere trasferito in Italia - Amnesty International Italia

Ex agente Cia coinvolto nel rapimento di Abu Omar deve essere trasferito in Italia

19 luglio 2013

Tempo di lettura stimato: 2'

Amnesty International ha espresso apprezzamento per l’arresto di Robert Seldon Lady, avvenuto a Panama nei giorni scorsi, e ha chiesto alle autorità locali di estradarlo in Italia in modo che possa rendere conto alla giustizia della sua partecipazione al programma statunitense delle rendition.

Seldon, ex caposcalo della Cia a Milano, è trattenuto attualmente a Panama a seguito di un mandato d’arresto emesso dalle autorità italiane, che starebbero chiedendo l’estradizione.

Seldon è stato processato in contumacia in Italia, insieme ad altri 22 agenti Cia, e condannato a nove anni di carcere per il suo coinvolgimento nel rapimento dell’imam egiziano Abu Omar, avvenuto a Milano nel febbraio 2003. Abu Omar venne trasferito in Germania e poi in Egitto, dove denunciò di aver subito torture.

‘Per sua stessa ammissione, Seldon ha partecipato al rapimento di una persona che poi è stata torturata. Aveva evitato la giustizia prima dell’inizio del processo per poi essere condannato in contumacia. Ora chiediamo che risponda di persona di fronte alla giustizia italiana, in un nuovo processo, della sua partecipazione a quella sordida vicenda’ – ha dichiarato John Dalhuisen, direttore del Programma Europa e Asia Centrale di Amnesty International.