Francia: Amnesty International chiede al parlamento di respingere lo "Stato d'emergenza permanente" - Amnesty International Italia

Francia: Amnesty International chiede al parlamento di respingere lo “Stato d’emergenza permanente”

25 settembre 2017

LOIC VENANCE/AFP/Getty Images

Tempo di lettura stimato: 2'

In vista del voto del parlamento francese, previsto il 3 ottobre, sul “Disegno di legge per rafforzare la lotta al terrorismo e la sicurezza interna”, il direttore per l’Europa di Amnesty International John Dalhuisen ha rilasciato la seguente dichiarazione:

“Dopo quasi due anni di stato d’emergenza, la Francia dovrebbe pensare a ripristinare uno stato di normalità invece di cercare di inserire quelle misure straordinarie nell’ordinamento ordinario”.

“Se verrà approvata, la nuova norma metterà a disposizione delle autorità enormi poteri per limitare i diritti senza sufficienti garanzie contro gli abusi di legge”.

“Sebbene sia evidente la necessità di proteggere la popolazione da forme orribili di violenza come quelle che hanno colpito la Francia negli ultimi anni, questa non può essere ottenuta sacrificando proprio quei diritti che il governo Macron è stato eletto per mantenere. Questa legge minaccia di limitare i diritti senza rafforzare la sicurezza. Il parlamento francese deve dire no al tentativo di creare a tutti gli effetti uno stato d’emergenza permanente”.

FINE DEL COMUNICATO

Roma, 25 settembre 2017

Per interviste:

Amnesty International Italia – Ufficio Stampa

Tel. 06 4490224 – cell. 348 6974361, e-mail: press@amnesty.it