Francia, l’accanimento contro la solidarietà - Amnesty International Italia

Francia, l’accanimento contro la solidarietà

6 giugno 2019

Tempo di lettura stimato: 2'

In Francia offrire cibo a chi ha fame, acqua a chi ha sete, coperte a chi ha freddo e un tetto a chi ne è rimasto privo sono attività sempre più rischiose. Da Calais a Dunkirk, chi aiuta migranti e rifugiati è preso regolarmente di mira dalle autorità.

Nel nostro report abbiamo denunciato e descritto le intimidazioni, le minacce d’arresto e le violenze come “parte della giornata di lavoro”.

Particolarmente inquietanti sono le segnalazioni di umilianti e insistenti perquisizioni di donne da parte di agenti di sesso maschile, così come le ricorrenti “promesse” di denunce per diffamazione nei confronti di chi osa segnalare i comportamenti contrari alla legge da parte della polizia.

Tra novembre 2017 e giugno 2018 vi sono stati 646 casi di intimidazioni e violenza da parte della polizia francese.

Quest’anno ne sono stati registrati almeno 72, ma il numero effettivo potrebbe essere più alto.

Articolo tratto dal blog Le persone e la dignità del Corriere della Sera.