Gaza: eseguite tre condanne a morte dopo processi in corte marziale

Gaza: eseguite tre condanne a morte dopo processi in corte marziale

6 aprile 2017

Tempo di lettura stimato: 1'

Tre uomini sono stati impiccati nella Striscia di Gaza dopo che i tribunali militari di Hamas li avevano condannati a morte per collaborazionismo con Israele.

Le esecuzioni di oggi da parte dell’autorità di Hamas rappresentano un duro colpo ai diritti umani. La pena di morte è una punizione crudele, inumana e degradante. Il suo uso è sempre deprecabile, ma il fatto che tre civili siano stati messi a morte dopo un processo iniquo di fronte a tribunali militari rende queste esecuzioni ancora più oltraggiose“, ha dichiarato Magdalena Mughrabi, vicedirettrice per il Medio Oriente e l’Africa del Nord di Amnesty International.

“Nessuno dovrebbe essere privato del diritto alla vita, non importa quale crimine abbia commesso. Chiediamo ad Hamas di sospendere immediatamente le esecuzioni, abolire la pena di morte e cessare di processare imputati civili in corte marziale“, ha concluso Mughrabi.