Grande vittoria negli Usa: si fermano i lavori per l'oleodotto del Nord Dakota - Amnesty International Italia

Grande vittoria negli Usa: si fermano i lavori per l’oleodotto del Nord Dakota

5 dicembre 2016

Tempo di lettura stimato: 2'

Il 4 dicembre il Genio militare degli Usa ha annunciato il blocco della costruzione dell’oleodotto del Nord Dakota, il cui tracciato sarebbe passato sotto il fiume Missouri e nei pressi della riserva sioux di Standing Rock.

nord dakota“Questa è una grande vittoria per le popolazioni native che lottano per proteggere le acque e i loro diritti. Celebriamo questa vittoria e chiediamo al Congresso di assicurare che in futuro le comunità native siano sempre coinvolte in decisioni del genere” – ha dichiarato Eric Ferrero di Amnesty International Usa.

Le comunità native devono partecipare pienamente ai processi decisionali riguardanti i loro diritti e il governo deve chiedere il loro consenso libero, informato e preventivo prima che si avviino grandi progetti infrastrutturali. Esattamente quello che non è accaduto con l’oleodotto del Nord Dakota” – ha aggiunto Ferrero.

“Questo dev’essere solo l’inizio di una nuova era per i progetti che coinvolgono le comunità native. Il blocco dei lavori a Standing Rick mostra che le loro voci non devono essere ignorare quando le risorse naturali sono in pericolo” – ha sottolineato Ferrero.

Negli ultimi mesi Amnesty International aveva inviato quattro successive delegazioni di osservatori per controllare il comportamento sempre più aggressivo delle forze di polizia nei confronti delle proteste e aveva chiesto la sospensione dei lavori fino a quando le comunità native non avessero dato il loro consenso libero, informato e preventivo.