Hong Kong, le condanne per le commemorazioni di Tiananmen sono un affronto ai diritti umani

9 Dicembre 2021

Photo by VERNON YUEN/AFP via Getty Images

Tempo di lettura stimato: 2'

Jimmy Lai, Gwyneth Ho e Chow Hang-tung, tre attivisti per la democrazia di Hong Kong, sono stati condannati per aver preso parte, il 4 giugno 2020, alla commemorazione annuale del massacro di Tiananmen del 1989.

Lai e Chow sono stati giudicati colpevoli di aver incitato alla partecipazione a una manifestazione non autorizzata. La stessa Chow e Ho sono state giudicate colpevoli per aver partecipato a una manifestazione non autorizzata.

In precedenza, altri imputati di partecipazione a una manifestazione non autorizzata erano stati condannati a 10 mesi di carcere.

Come molti altri attivisti politici, Lai, Chow e Ho sono imputati in altri procedimento giudiziari e rischiano fino all’ergastolo ai sensi della Legge sulla sicurezza nazionale.

Lai è in carcere dall’agosto 2020 ed è stato già condannato a 14 mesi di carcere, nell’aprile 2021, per organizzazione e adesione a una manifestazione illegale. Altri 14 mesi gli sono stati inflitti nel maggio 2021, sempre per aver organizzato una manifestazione illegale.

Chow è stata arrestata nel giugno 2021 e poi accusata di incitamento alla sovversione dei poteri dello stato. Ho, giornalista poi candidatasi alle primarie del luglio 2020, è in carcere da un anno per la stessa accusa.