I diritti umani per sconfiggere la povertà! - Amnesty International Italia

I diritti umani per sconfiggere la povertà!

8 settembre 2010

Tempo di lettura stimato: 3'

Noi non risparmieremo i nostri sforzi per liberare i nostri simili, uomini, donne e bambini, dall’abietta e disumanizzante condizione della povertà estrema…Decidiamo pertanto di batterci per la piena protezione e promozione dei diritti civili, politici, economici, sociali e culturali per tutti e in tutte le nostre nazioni.’ (Dichiarazione del millennio, settembre 2000, paragrafi 11 e 25)

 

Con queste parole, riconosciute nella Dichiarazione del millennio, e con la successiva formulazione degli otto Obiettivi di sviluppo del millennio (Osm), i leader mondiali si sono impegnati a combattere la povertà, la fame, le disuguaglianze di genere, il degrado ambientale, l’Hiv/Aids e ad assicurare l’accesso all’istruzione, nonché ai servizi sanitari, entro il 2015.

A 10 anni di distanza, però, la povertà continua a essere una gabbia per milioni di persone, quelle più vulnerabili e che rischiano oggi di essere tagliate fuori dagli sforzi per sradicare la povertà, se gli stati non porranno i diritti umani al centro della loro azione per raggiungere gli Osm.

Infatti la povertà e violazioni dei diritti umani non possono essere separate. Le persone vivono nell’indigenza e continueranno a farlo non solo perché non hanno beni materiali ma perché non sono libere dalla paura e dalla violenza. Spesso non hanno un tetto sopra la testa, ma altrettanto spesso non possono ricorrere alla giustizia quando subiscono un abuso, vengono ignorate da chi detiene il potere, non partecipano ai processi decisionali.

Gli Osm e i 20 traguardi collegati, pur essendo la principale risposta globale al flagello della povertà, non tengono pienamente conto dei diritti umani. Non affrontano infatti il ruolo che ha la discriminazione nel perpetuare la povertà, non chiedono agli stati di rispettare e proteggere le libertà fondamentali essenziali per rendere la partecipazione significativa, non proteggono le minoranze.

Amnesty International chiede pertanto ai leader mondiali, che si riuniranno a New York dal 20 al 22 settembre per celebrare i primi 10 anni di percorso verso il raggiungimento degli Osm, di porre i diritti umani al centro della lotta alla povertà!

Solo ‘difendendo i diritti dei poveri si difende anche la loro vita quotidiana, nonché le libertà di cui hanno bisogno per progredire‘ (Kofi Annan, dalla prefazione del libro ‘Prigionieri della povertà’).

 

http://www.youtube.com/v/ctXgiiRqjKU