Dal 26 maggio il Costa Rica riconosce il matrimonio egualitario

Il Costa Rica riconosce il matrimonio egualitario

26 Maggio 2020

Tempo di lettura stimato: 1'

Oggi celebriamo la libertà, l’uguaglianza e le istituzioni democratiche. Possano l’empatia e l’amore essere la bussola che ci consente di andare avanti e costruire un paese in cui tutte le persone si trovino bene“.

Con queste parole, il 26 maggio, il presidente Carlos Alvaredo Quesada ha annunciato la legalizzazione delle nozze tra persone del medesimo sesso.

Una decisione attesa, dopo che nel 2018 la Camera Costituzionale della Corte Suprema aveva giudicato incostituzionale la parte del Codice di famiglia che non prevedeva il matrimonio tra persone dello stesso sesso.

Il Costa Rica è così il primo stato dell’America Centrale e l’ottavo dell’America Latina ad aver istituito il matrimonio egualitario.

Le buone notizie di Amnesty International Italia sono anche su Pressenza.