India: ondata di violenze - Amnesty International Italia

India: ondata di violenze

26 novembre 2008

Tempo di lettura stimato: 2'

India: nuova ondata di violenze. Per Amnesty International gli attacchi sono una vistosa violazione dei principi fondamentali del diritto internazionale

CS155: 27/11/2008

Gli attacchi multipli a Mumbai che hanno colpito persone in luoghi pubblici e destinazioni turistiche come ospedali, stazioni ferroviarie, ristoranti e alberghi, costituiscono una vistosa violazione dei principi fondamentali del diritto internazionale‘, ha dichiarato Amnesty International.

Almeno 101 persone sono state uccise e altre 280 si ritiene siano rimaste ferite negli attacchi, che non hanno precedenti per il livello di coordinazione e per aver individuato civili stranieri come bersaglio.

Amnesty International chiede al governo indiano di assicurare un’indagine immediata, efficace e trasparente su quanto accaduto. Qualsiasi persona sospettata deve essere indagata e sottoposta a processo in linea con gli standard internazionali.

Amnesty International esprime solidarietà ai familiari delle vittime e dei feriti negli attacchi e preoccupazione per la sorte degli ostaggi.

FINE DEL COMUNICATO                                                   Roma, 27 novembre 2008

Per ulteriori informazioni, approfondimenti e interviste:
Amnesty International Italia – Ufficio stampa
Tel. 06 4490224 – cell. 348-6974361, e-mail press@amnesty.it