Indonesia, l'orrore in pubblico: frustati fino a perdere conoscenza - Amnesty International Italia

Indonesia, l’orrore in pubblico: frustati fino a perdere conoscenza

6 dicembre 2019

Tempo di lettura stimato: 2'

Dalla provincia indonesiana di Aceh, dove dal 2015 vige il codice penale islamico e sono in funzione tribunali islamici, arrivano notizie orribili.

In due separate sessioni, un uomo e una donna sono stati frustati fino a perdere conoscenza.

L’uomo, condannato a 100 frustate per rapporti sessuali extraconiugali, è svenuto al termine della flagellazione ed è stato ricoverato in ospedale.

La donna, condannata a 30 frustate per rapporti sessuali tra persone non sposate, ha perso conoscenza durante l’esecuzione della pena. È possibile che la sentenza verrà portata a termine non appena le condizioni di salute miglioreranno.

Il codice penale islamico punisce con le frustate – in alcuni casi fino a 200 – le relazioni intime o i rapporti sessuali tra persone non sposate, i rapporti sessuali extramatrimoniali, i rapporti sessuali tra persone dello stesso genere, il consumo e la vendita di bevande alcoliche e il gioco d’azzardo.

Solitamente sentenze di questo genere vengono eseguite in pubblico, di fronte a numerosi spettatori che scattano foto o riprendono video.

Il diritto internazionale prevede un divieto assoluto nei confronti di ogni forma di pena corporale, equiparata alla tortura.