Iraq, crimine di guerra l'uccisione di oltre 40 fedeli - Amnesty International Italia

Iraq, crimine di guerra l’uccisione di oltre 40 fedeli

2 novembre 2010

Tempo di lettura stimato: 1'

Amnesty International ha definito un crimine di guerra l’attacco contro una chiesa cattolica portato a termine il 31 ottobre nel distretto di Karrada, a Baghdad, la capitale dell’Iraq. Oltre cento fedeli sono stati presi in ostaggio e più di 40 sono rimasti uccisi quando le forze di sicurezza irachene hanno cercato di liberarli. L’azione è stata rivendicata dallo Stato islamico dell’Iraq, un gruppo armato legato ad al-Qa’ida in Iraq.

Attaccare fedeli inermi in un luogo di culto, prenderli in ostaggio e poi ucciderli è, per Amnesty International, un’azione vergognosa che costituisce ai sensi del diritto internazionale un crimine di guerra.