Israele/Libano: cessino immediatamente gli attacchi contro i civili! - Amnesty International Italia

Israele/Libano: cessino immediatamente gli attacchi contro i civili!

12 luglio 2006

Tempo di lettura stimato: 3'

Israele/Libano: Amnesty International chiede che cessino immediatamente gli attacchi contro i civili

CS76-2006: 13/07/2006

I governi di Israele e del Libano e Hezbollah devono agire immediatamente per porre fine agli attacchi in corso contro la popolazione civile e obiettivi civili. È quanto chiede oggi Amnesty International, sottolineando che tali azioni costituiscono una flagrante violazione del diritto internazionale e si configurano come crimini di guerra.

È fondamentale che, in un momento in cui la tensione sta salendo rapidamente, tutte le parti coinvolte rispettino le norme del diritto umanitario e che governi terzi facciano tutti i passi necessari per garantire tale rispetto.

Israele deve porre immediatamente fine agli attacchi contro la popolazione civile e le infrastrutture civili in Libano, attacchi che costituiscono punizioni collettive. Israele deve inoltre rispettare il principio della proporzionalità della forza nel prendere di mira obiettivi militari od obiettivi civili che potrebbero essere usati per scopi militari.

Hezbollah deve cessare di lanciare attacchi contro la popolazione civile israeliana e deve trattare in modo umano i due soldati israeliani catturati ieri, garantendo loro immediato accesso al Comitato internazionale della Croce rossa. Amnesty International chiede al governo libanese di prendere misure concrete per assicurare che Hezbollah rispetti tali obblighi di diritto internazionale.

FINE DEL COMUNICATO                                                         Roma, 13 luglio 2006

Per approfondimenti e interviste:
Amnesty International Italia – Ufficio stampa
Tel. 06 4490223, cell. 348-6976920, e-mail: press@amnesty.it