La campagna elettorale non ritardi la ricerca della verità per Giulio Regeni - Amnesty International Italia

La campagna elettorale non ritardi la ricerca della verità per Giulio Regeni

14 febbraio 2018

Tempo di lettura stimato: 1'

Il 14 febbraio, in occasione del quinto mese dal ritorno dell’ambasciatore italiano in Egitto, Amnesty International Italia ha scritto al presidente del Consiglio Paolo Gentiloni per chiedere che la campagna elettorale, in corso in entrambi i paesi, non costituisca un motivo per ritardare ulteriormente l’accertamento delle responsabilità per l’arresto arbitrario, la sparizione forzata, la tortura e l’uccisione di Giulio Regeni.

Egitto, le iniziative della scorta mediatica per il 14 febbraio, leggi qui.

Leggi anche l’ultima dichiarazione dei genitori di Giulio Regeni.

puoi attivarti su