La Lituania verso la penalizzazione dell'omosessualità - Amnesty International Italia

La Lituania verso la penalizzazione dell’omosessualità

29 novembre 2010

Tempo di lettura stimato: 2'

Amnesty International è profondamente preoccupata per l’approvazione, in prima lettura, di un emendamento al Codice amministrativo che prevede multe da 2000 a 10000 litas (580 – 2900 euro) per la ‘promozione in pubblico delle relazioni omosessuali’.  La seconda e definitiva lettura da parte del parlamento è prevista il 16 dicembre.

Se l’emendamento verrà approvato, qualsiasi pubblica espressione, rappresentazione o informazione sull’omosessualità verrà messa al bando.  Ciò significherà impedire lo svolgimento di campagne sui diritti umani riguardanti l’orientamento sessuale e l’identità di genere, la diffusione di informazioni sulla salute sessuale così come l’organizzazione di eventi come rassegne cinematografiche sul cinema omosessuale e il Pride.

Secondo i promotori dell’iniziativa parlamentare, le multe costituirebbero l’applicazione della ‘Legge sulla protezione dei minori contro l’effetto negativo dell’informazione’, in vigore dal marzo 2010. Questa legge vieta di far pervenire ai bambini informazioni che ‘denigrano i valori della famiglia’ o ‘promuovono un’idea diversa di matrimonio e famiglia’ rispetto all’unione di un uomo e di una donna.

 

Comunicato stampa ‘Lithuania: new move towards penalizing homosexuality’