La solidarietà di Amnesty International Italia per l’ex Canapificio di Caserta - Amnesty International Italia

La solidarietà di Amnesty International Italia per l’ex Canapificio di Caserta

13 marzo 2019

Tempo di lettura stimato: 1'

Amnesty International Italia sta seguendo con preoccupazione la vicenda dell’ex Canapificio di Caserta, posto sotto sequestro il 12 marzo dalla procura di Santa Maria Capua Vetere per “riscontro di carenze strutturali del capannone”.

L’ex Canapificio di Caserta ospitava un progetto Sprar da più parti giudicato eccellente e prendeva parte a reti e campagne di solidarietà e per l’accoglienza dei rifugiati e dei richiedenti asilo.
Amnesty International Italia, nell’esprimere solidarietà ai volontari dell’ex Canapificio, auspica che venga quanto prima garantita dalle autorità competenti la ripresa di fondamentali attività di accoglienza verso persone i cui diritti devono essere tutelati.

Roma, 13 marzo 2019

Per interviste:

Amnesty International Italia – Ufficio Stampa

Tel. 06 4490224 – cell. 348 6974361, e-mail: press@amnesty.it