Lituania: verso la criminalizzazione dell'omosessualità - Amnesty International Italia

Lituania: verso la criminalizzazione dell’omosessualità

8 settembre 2009

Tempo di lettura stimato: 3'

Lituania: il parlamento verso la criminalizzazione dell’omosessualità

(9 settembre 2009)

Il parlamento lituano si prepara a discutere, nel corso della sessione autunnale, due emendamenti al codice penale e a quello civile che potrebbero rendere reato ‘la promozione delle relazioni omosessuali nei luoghi pubblici’. Per Amnesty International, se approvati, questi emendamenti si porranno in contrasto con gli obblighi internazionali della Lituania di rispettare la libertà di espressione e di combattere la discriminazione. 
 
Una volta legge, queste proposte renderebbero possibili azioni giudiziarie rispetto a una serie di attività, quali il lavoro sulle tematiche legate all’orientamento sessuale e all’identità di genere, quello relativo al diritto all’informazione in materia di salute sessuale per le persone lesbiche, gay, bisessuali e transgender (Lgbt) e l’organizzazione di film festival tematici o di Pride.
 
Quest’anno a luglio è stata adottata una legge discriminatoria sulla ‘protezione dei minori contro gli effetti dannosi dell’informazione pubblica ‘, che vieta i materiali che ‘promuovono le relazioni omosessuali, bisessuali e poligame’ nelle scuole, nei luoghi pubblici e sui mezzi di informazioni a cui possono accedere i bambini. Questi nuovi emendamenti potrebbero ulteriormente criminalizzare ogni pubblica espressione, informazione o rappresentazione dell’omosessualità. 
 
Inoltre, se adottati, gli emendamenti potrebbero effettivamente impedire alle persone Lgbt di accedere a informazioni, alla protezione e al sostegno necessari a permettere loro di vivere la propria identità di genere e orientamento sessuale. Infine, potrebbero acuire la discriminazione e altre violazioni dei diritti umani in vari ambiti, quali il lavoro e l’accesso ai servizi.

Amnesty International sollecita la Lituania a rispettare gli obblighi derivanti dal Patto internazionale sui diritti civili e politici e dalla Convenzione europea sui diritti umani, di cui la Lituania è stato parte, che garantiscono la libertà di espressione e vietano la discriminazione sulla base dell’orientamento sessuale.

Ulteriori informazioni sono disponibili on line
Il lavoro di Amnesty International per i diritti umani delle persone Lgbt  
Pink Network, la rete di attivazione per i diritti umani delle persone Lgbt 
Rapporto Annuale 2009, scheda Lituania