"Mediterraneo Downtown”: Amnesty in campo per un'informazione giusta

Torna “Mediterraneo Downtown”: in campo per un’informazione giusta e libera

4 aprile 2019

Tempo di lettura stimato: 3'

Anche nel 2019 collaboriamo alla realizzazione di “Mediterraneo Downtown”, festival in programma a Prato dal 5 al 7 aprile.

Oltre al patrocinio, il 6 aprile si segnala l’appuntamento, alle 17.30, con “Libertà di informazione: Make news, nel cuore dell’informazione”, dedicato all’informazione giusta.

All’incontro interverrà Riccardo Noury, portavoce di Amnesty International Italia.

Nello scenario del Festival, la libertà e il diritto di informazione si espande verso gli altri paesi delle sponde sud del Mediterraneo, fino a raccontare realtà, problematiche, storie e contesti molto diversi.

Sul palco KhawlaChabbeh, giornalista tunisina e consulente del sindacato, Marta Serafini, giornalista del Corriere della Sera, dove da anni si occupa principalmente di esteri e medioriente, KholodMassalha, direttore generale dell’Ilam center (Palestina), Vittorio di Trapani, giornalista e segretario dell’Usigrai, e Riccardo Noury che racconterà i tanti soprusi sui giornalisti che la nostra organizzazione denuncia puntualmente da anni.

Conduce l’incontro Valerio Cataldi, giornalista Rai e presidente dell’Associazione Carta di Roma, autore di tanti reportage su fatti scomodi, dalle migrazioni al narcotraffico. Proprio dalla “censura” Rai a un suo servizio sui migranti a Lesbos, è nata l’idea di Make News. Un dibattito pubblico e itinerante su come è e come debba essere la corretta informazione. Con la testimonianza di Padre Ibrahim Faltas, (Gerusalemme).

Mediterraneo Downtown: il programma del festival

Dal 5 al 7 aprile Prato sarà nuovamente il teatro di “Mediterraneo Downtown”, il festival italiano dedicato al Mediterraneo contemporaneo.

Tre giorni con ospiti internazionali, mostre fotografiche, talk show, libri, cinema, teatro e musica.

Il festival è promosso da COSPE onlus, Comune di Prato e Regione Toscana in collaborazione con Libera, Amnesty International e Legambiente Italia. Tutti gli eventi saranno concentrati nel centro storico della città.

Qui è possibile avere tutte le informazioni sull’intero programma del Festival.