Messico, riconosciuto innocente dopo sette anni e mezzo - Amnesty International Italia

Messico, riconosciuto innocente dopo sette anni e mezzo

2 febbraio 2018

Tempo di lettura stimato: 1'

Ci sono voluti sette anni e mezzo prima che un tribunale federale messicano riconoscesse che Sergio Sánchez Arellano aveva ragione.

La sentenza emessa il 1° febbraio ha stabilito che nel marzo 2010 la polizia federale aveva arrestato la persona sbagliata e che Sergio Sánchez Arellano non c’entrava nulla con l’autore di un omicidio e di una tentata rapina che era ricercato.

Ma in Messico spesso accade che fretta, impreparazione e necessità di mostrare di aver ottenuto risultati producano arresti arbitrari.

In carcere Sergio Sánchez Arellano era stato anche picchiato e minacciato di morte affinché confessasse. Ma non c’era niente da confessare. Ciò nonostante, era stato condannato a 27 anni e mezzo.

Sette e mezzo di questi li ha passati in una prigione di Città del Messico. Nessuno glieli ridarà indietro, neanche un risarcimento cui ha pieno diritto.