Messico, rilasciata dopo due anni di carcere - Amnesty International Italia

Messico, rilasciata dopo due anni di carcere

9 novembre 2015

Tempo di lettura stimato: 2'

Cristel Fabiola Piña Jasso, 25 anni, madre di due figli, è stata assolta il 10 novembre dal tribunale di Chihuahua, stato del Messico settentrionale, dopo due anni trascorsi in carcere.  Il giudice ha assolto Cristel Jasso per insufficienza di prove e ha ordinato un’indagine federale sulle torture subite dalla donna. Cristel Jasso era stata arrestata insieme al marito, nell’agosto 2013, nella sua abitazione di Ciudad Juarez e condannata per estorsione dopo essere stata torturata e sottoposta ad abusi sessuali.

La tortura in Messico ha una diffusione endemica. La Commissione nazionale dei diritti umani ha ricevuto più di 7000 denunce verso ufficiali federali tra il 2000 e il 2013. Molte altre denunce sono state probabilmente presentate presso le diverse commissioni dei diritti umani a livello statale, ma non esistono dati ufficiali a riguardo. Solo poche denunce hanno un seguito giudiziario: a livello federale, dal 1991 al 2013, ci sono state sette condanne per tortura, mentre a livello statale, dal 1965 al 2012 cinque.