Myanmar, almeno 12 rohingya annegati nel fiume Naf. Amnesty International: “Situazione disperata” - Amnesty International Italia

Myanmar, almeno 12 rohingya annegati nel fiume Naf. Amnesty International: “Situazione disperata”

9 ottobre 2017

Tempo di lettura stimato: 1'

Almeno 12 rohingya, tra cui dei bambini, sono morti annegati dopo che l’imbarcazione su cui stavano fuggendo da Myanmar verso il Bangladesh si è capovolta nel fiume Naf.

La tragica perdita di vite umane di oggi è l’ulteriore prova della situazione disperata in atto nello stato di Rakhine. Uomini, donne e bambini rohingya non cercano scampo solo dalle operazioni militari dell’esercito di Myanmar ma ora anche dalla fame“, ha dichiarato James Gomez, direttore di Amnesty International per l’Asia sudorientale e il Pacifico.

Le autorità di Myanmar stanno bloccando l’arrivo degli aiuti nel nord dello stato di Rakhine, dove le persone sono sull’orlo della sopravvivenza. Questo comportamento mostra un cinico disprezzo per le vite umane e deve cessare immediatamente“, ha concluso Gomez.